Con ECOSWELL, il gruppo COSWELL rafforza la sinergia con l’ambiente

Il Gruppo crede negli impegni presi e sebbenesia oneroso procede sulla linea già avviata forte dei risultati in tonnellate di plastica e CO2 risparmiati

Si rinnova il patto tra il Gruppo Coswell e l’Ambiente: solo l’anno scorso sono state risparmiate complessivamente 648 tonnellate di plastica vergine equivalenti a 2015 tonnellate di CO2in meno immesse nell’atmosfera, in linea con il tema scelto per la recente Giornata Mondiale dell’Ambiente, #BeatPlasticPollution (sconfiggi l’inquinamento da plastica).

Il Gruppo, con il cuore a Bologna e la testa nel futuro “Green-per-davvero”, lavora sulla base della strada tracciata da ECOswell, il programma di sostenibilità che Coswell ha attivato nel 2019.

Si tratta di un impegno oneroso per tutta la filiera interna, dalla Ricerca e Sviluppo alle linee di confezionamento – dice Manuela Rizzoli, direttore R&Dperché dobbiamo garantire il livello di performance e sicurezza dei prodotti, a cui i nostri consumatori sono abituati, con nuovi ingredienti ecosostenibili quando si parla del contenuto,e packaging riciclati e riciclabili”.

Continua Rizzoli Un esempio di ecosostenibilità integrata formula+pack sono i Solari PREP ultimo nato della linea. Il flacone è realizzato per il 95% da plastica prodotta dalla lavorazione della canna da zucchero interamente riciclabile e il contenuto interno, vera innovazione, utilizza filtri biodegradabili che non prevedono impiego di sostanze nocive come Octinoxate e Oxybenzone, in conformità al Trattato delle Hawaii e testato per biodegradabilità ai sensi del Regolamento 1272/2008”.

ECOswell si carica quindi della responsabilità di sensibilizzare i consumatori circa l’importanza di prendersi cura, in questo caso con il brand PREP, in modo attivo dell’ambiente marino notoriamente in sofferenza e sempre più a rischio.

Afferma Andrea Gualandi, voce autorevole del CdA del Gruppo: “rispettare gli impegni presi da ECOswell, nel caso di PREP in tema di ESG 14 (Life below water) è, oggi, molto faticoso per il Gruppo da un punto di vista degli alti costi e della difficoltosa reperibilità delle materie prime sul mercato ma siamo certi che, in questo modo, esprimiamo la stessa sensibilità che hanno le persone che ci scelgono sotto l’ombrellone o in alta montagna”.