Coswell incrementa il fatturato: +10,93% nel 2021 sull’anno precedente nonostante la pandemia

0

Nonostante la pandemia, il Gruppo Coswell continua a testimoniare la solidità del proprio assetto. Nel 2021, il fatturato complessivo è cresciuto del 10,93%, passando dai 157.265.344 euro del 31/12/2020 ai 174.456.524 del 31/12/2021, dato che ha permesso di fronteggiare senza scostamenti l’aumento dei costi sostenuti, passato da 63.458.178 a 69.856.153 euro. Sono solo alcuni dei dati emersi dal bilancio di sostenibilità appena pubblicato dal gruppo bolognese specializzato in prodotti per la cura della persona e della casa (che raccoglie, tra gli altri, marchi quali Prep, Bionsen, Biorepair, Blanx, L’Angelica e altri ancora) e certificato da KPMG. Dati che segnano la solidità del management e dell’impianto produttivo, risultato del lavoro che l’azienda sta compiendo verso sistemi di produzione e commercializzazione sempre più sostenibili, a 360°: ECOswell è il progetto di sostenibilità su cui basa il suo futuro il Gruppo Coswell, è il percorso che incarna i valori di sostenibilità di Coswell, con un’attenzione sempre crescente a sistemi di produzione attenti alle logiche dell’economia circolare e a prodotti e packaging col minore impatto ambientale possibile.

“Coswell – dichiara il Presidente, Paolo Gualandi – è un gruppo con una grande storia, ma con una grande capacità di visione di futuro. Abbiamo creduto nella ricerca, abbiamo creduto nella qualità, abbiamo creduto nel consumatore, abbiamo creduto nel servizio. Il tempo ci ha dato ragione. Ora crediamo nel futuro. In un futuro da costruire insieme”.

La tendenza positiva non è al momento stata scalfita dalla guerra in Ucraina, altro segnale della solidità dell’assetto produttivo e gestionale. Questa è la distribuzione del fatturato 2021: 141.470.849 euro in Italia, 21.263.564 nel resto d’Europa e 11.722.111 nel resto del mondo.

Il valore aggiunto al 31 dicembre 2021 mostra un miglioramento di 4.191 migliaia di euro, in incremento del 9,27%, rispetto al 2020 passando da 45.217 migliaia di euro a 49.408 migliaia di euro. Il Margine Operativo Lordo (EBITDA) risulta pari a 28.378 migliaia di euro, contro 25.331 migliaia di euro nel 2020, in aumento del 12,03%.