Carapelli torna in TV: da domenica 12 giugno il noto brand oleario è nuovamente sul piccolo schermo con lo spot “Dedicato agli artisti della buona tavola”, grazie al quale i telespettatori hanno imparato a conoscere il meglio dell’azienda fiorentina. Due le versioni: oltre a quella di 15” incentrata sulla gamma di oli extravergini 100% italiani, ne viene proposta una da 30” con una novità, il finale che ha come protagonista Il Frantolio, l’olio Carapelli certificato da filiera sostenibile. Un grande ritorno in comunicazione per il prodotto capostipite della gamma, rappresentante della tradizione olearia di marca nelle famiglie italiane, che rinnova la sua qualità con la certificazione di produzione sostenibile, confermandosi testimone del percorso di valore intrapreso negli ultimi anni dall’azienda olearia.

La campagna rimarrà in onda per tre settimane sulle reti Rai, Mediaset, Cairo, Discovery e Sky, con l’integrazione di un pianificazione dedicata su YouTube . La narrazione, intensa e delicata, gioca sul parallelismo arte-cucina, da sempre distintivo del brand: l’uso dell’olio extravergine di oliva Carapelli è il tocco da maestro nella preparazione di una ricetta comparata a un’opera d’arte. Il cuoco appare come un artista nella sua bottega, il tagliere rappresenta la sua tavolozza, le verdure i colori e il pennello lo strumento con cui crea il suo capolavoro, pronto per essere sottoposto alla critica dei commensali. Nella versione lunga, lo spot si completa con un codino finale in cui una giovane donna usa Il Frantolio per condire “i capolavori di tutti i giorni”.

«Uno spot con cui il pubblico ha già familiarizzato, arricchito nel finale con Il Frantolio, il nostro prodotto storico che ha arricchito la sua qualità con la certificazione da produzione sostenibile, ispirato ad un protocollo internazionale basato sulle  linee guida dei Sustainable Development Goals delle Nazioni Unite, che coinvolge tutti gli aspetti e gli attori della filiera produttiva per uno sviluppo sostenibile e di valore – spiega Roberto Sassoni, direttore generale della BU Italia di Carapelli Firenze Spa –. Un importante topic all’interno di una strategia di comunicazione ben riuscita che, oltre a dare visibilità alla qualità, al gusto e alla tradizione della gamma 100% italiana Carapelli, punta l’attenzione anche sulla produzione certificata, frutto dell’impegno e dell’attenzione dell’azienda per la sostenibilità».