I cali della GDO: ecco quanto si può perdere di fatturato tra marzo e aprile

0

In questi giorni la GDO sta presentando risultati in forte calo rispetto allo scorso anno com’era ampiamente prevedibile. Nonostante la consapevolezza della situazione, un poco di tensione è palpabile sul mercato, ed in effetti il timore che il calo sia peggio di quanto si potesse pensare aleggia nelle menti degli operatori. Per tale ragione in questi casi è sempre meglio comprendere cosa è successo nel recente passato e cosa ci dobbiamo aspettare dal futuro. In questo articolo spiegheremo quali sono le dinamiche degli andamenti e cosa ci dobbiamo aspettare partendo dai numeri in valore assoluto.

E’ bene ricordare che dal 2016 sino al 2019 il mercato è sempre lievemente cresciuto nel suo complesso, anche se nello specifico alcuni formati più di altri. Il canale supermercati, quello che fattura maggiormente e che coinvolge la maggior parte delle imprese retail, nel 2019 era cresciuto del 1,8% e nel 2018 del +0,4%. Nel 2017 la crescita è stata storica, pari al 4%, mentre negli anni precedenti la stagnazione aveva regnano sovrana. Nel canale ipermercati, com’è risaputo, la situazione è stata peggiore, il calo ha infatti radici storiche che nulla hanno a che fare con il Covid.

In buona sostanza incrementi oltre il 2%, nel caso del canale supermercati, non è facile realizzarli per moderna distribuzione nazionale. Ovviamente esistono player del mercato che crescono con numeri ancor più decisi ed altri che, invece, soffrono.

Se dovessimo valutare il dato di incremento di un biennio, invece che annuo, si potrebbe serenamente affermare che un incremento del 4% si potrebbe considerare poco stimolante, ma nemmeno realmente negativo se si considera l’inflazione molto debole; per contro un incremento biennale oltre il 6% è da valutare come positivo in tutti i suoi aspetti, quantomeno in linea con il trend degli ultimi anni.

Se dovessimo immaginare un salto ipotetico, che dal 2019 “teletrasporta” il mercato direttamente al 2021, quale dovrebbe essere il dato che potrebbe definirsi soddisfacente?

Nel 2019, nel mese di gennaio, il canale supermercati (da 400 a 2499 mq) aveva fatturato circa 3,237 miliardi di euro. Nel 2021 il fatturato è stato di circa 3,753 miliardi: un bottino incrementale pari a oltre 500 milioni di euro (+15,9% in due anni) da conservare in attesa di conoscere gli esiti dei mesi successivi (gli attuali).

Ciò che è certo è che il mese di marzo del 2020, momento di massimo incremento storico, nel canale supermercati l’incremento sul 2019 in valore assoluto era stato di 1,1 miliardi (+22,1%) e ad aprile di quasi 600 milioni (+11,3%). A maggio la GDO aveva invece fatturato circa 550 milioni di euro (+11,9%) rispetto al 2019. In pratica in 3 mesi l’incremento di fatturato in valore assoluto rispetto al 2019 era stato di circa 2,250 miliardi. Un valore abnorme, al punto che se si perdesse la metà di quel valore nei tre mesi di marzo, aprile e maggio 2021, il bilancio finale sarebbe positivo lo stesso.

Non disperiamoci, nel mese di gennaio la crescita in valore assoluto è stata di 350 milioni di euro sul 2020, mentre dal gennaio 2019 al gennaio 2020 l’incremento era stato di circa 150 milioni, quindi nel biennio si è guadagnato 550 milioni di euro.

Non solo: nei mesi di marzo e aprile sono quelli dove la pasqua muove il fatturato da un mese all’altro e, per un’adeguata valutazione, è logico calcolarli assieme. Così nel 2019 la somma dei due mesi aveva prodotto nel canale supermercati un fatturato pari a 7,380 miliardi di euro. Nel 2020 questo era arrivato a 8,900 miliardi: se nel 2021 superasse di poco gli 8 miliardi l’incremento del biennio sarebbe dell’8%, del tutto apprezzabile. Questo significa che nella somma dei due mesi, in termini %, il calo del fatturato non supera il 10,1% si potrà festeggiare.

Dott. Andrea Meneghini
Analista ed esperto di Grande Distribuzione alimentare. E’ un attento osservatore delle dinamiche evolutive dei diversi format in Italia ed in Europa. Collabora con alcuni Gruppi della GDO italiana nelle aree di crisis communication management e news management. Affianca la Direzione Generale di alcuni Gruppi della GDO nella gestione delle strategie aziendali. Collabora anche con aziende del Mass Market Retail all'estero come assistant manager sull'italian food. Si può contattare scrivendo a meneghini@gdonews.it

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui