Bennet: inaugura un nuovo punto di ritiro Bennetdrive a Monza

0

La qualità che conosci alla velocità che volevi. Con l’apertura del Bennetdrive di Monza, Bennet arriva a 46 punti di ritiro attivi ad oggi.

Il Bennetdrive di Monza è il secondo punto di ritiro aperto tra i 9 ipermercati ex Auchan acquisiti lo scorso anno da Bennet, e il primo inaugurato nel nuovo anno. La realizzazione e l’apertura del Bennetdrive di Monza danno a tutti gli effetti prova di come Bennet sia in forte crescita e sviluppo, dimostrandosi attenta e rendendosi parte attiva ai bisogni dei cittadini, soprattutto in questo momento difficile.

L’apertura del Bennetdrive di Monza si pone a coronamento della promessa fatta negli scorsi mesi da Bennet, la quale prevedeva di portare a pieno regime il punto vendita con operazioni di remodeling e con l’attivazione di servizi per la clientela basati sull’integrazione con il digitale e l’omnicanalità, parte fondamentale del modello di business dell’Azienda.

Bennetdrive consente di ordinare la spesa comodamente on line in modo pratico e rapido, scegliendo comunque e sempre i prodotti migliori e di qualità offerti da Bennet.

Il suo utilizzo è molto semplice: basta cliccare su www.bennet.com da qualunque dispositivo 24 ore su 24, scegliere i prodotti da portare a casa e passare a ritirarli nell’apposita piattaforma in qualsiasi momento della giornata. La spesa viene caricata direttamente in macchina da un addetto senza costi aggiuntivi. Il pagamento si effettua alla consegna tramite bancomat o carta di credito.

Con il Bennetdrive si trovano le medesime offerte presenti nel punto vendita, con la possibilità di ordinare anche i prodotti freschissimi (ortofrutta, macelleria, pescheria e gastronomia).

Il lancio del Bennetdrive di Monza, il quarantaseiesimo dell’azienda Lombarda, è stato supportato da un’intensa attività di comunicazione integrata dal forte impatto commerciale.

Il servizio è inoltre attivo anche in provincia di Como ad Anzano del Parco, Cantù, Cassina Rizzardi, Erba, Montano Lucino e Tavernola, nel lecchese a Casatenovo e Lecco, a Brugherio e Lentate sul Seveso in Brianza, a Cornaredo, Sedriano, Vanzaghello e Vaprio d’Adda nel milanese, a Parona e San Martino Siccomario in  provincia di Pavia, a Codogno, Pieve Fissiraga e San Martino in Strada in provincia di Lodi, a Bagnolo Cremasco in provincia di Cremona, ad Albano Sant’Alessandro e Romano di Lombardia in provincia di Bergamo, a Brescia, a Lavena Ponte Tresa nel varesotto, a Carmagnola, Caselle Torinese, Chivasso, Ciriè, Nichelino, Pavone Canavese e Torino in via San Paolo nell’area torinese, a Bellinzago Novarese, Castelletto Ticino e
Romagnano Sesia in provincia di Novara, ad Acqui Terme, Alessandria, Belforte Monferrato e Novi Ligure nell’alessandrino, a Vigliano Biellese in provincia di Biella, a Vercelli, a Castelvetro Piacentino, Cento, Comacchio e Forlimpopoli in Emilia Romagna e a Pradamano in Friuli Venezia Giulia.