Fraudin (Carrefour): nel nostro gruppo pasta e pomodoro valgono 270 milioni di euro, i prodotti italiani hanno grandi opportunità

0

Al primo Webinar del progetto Cibus LAB, ideato e realizzato dalla collaborazione tra Fiere di Parma Cibus e GDONews, hanno partecipato molti category manager da tutti i continenti del mondo.

L’unico intervento registrato è stato quello realizzato al manager di Metro Germania, Ulrich Rogowski, responsabile grocery del gruppo tedesco e grande conoscitore del nostro paese. Rogowski ha sottolineato come sia importante il derivato del pomodoro per i clienti di Metro e quanto sia seria la relazione con i fornitori italiani. Rogowski compra derivati del pomodoro in Egitto, in Spagna ma quando deve esprimere il massimo della qualità, ha spiegato nel suo intervento, si affida ai prodotti italiani. Di grande interesse è stato anche l’intervento dell’atro europeo non italiano presente come speaker al webinar: Regis Fraudin di Carrefour France.

Il Mass Market Retail – ha spiegato Fraudin – in Francia vale circa 100 miliardi di euro ed il grocery, all’interno di questo fatturato, ha incrementato di circa il 5%. Carrefour Francia, ha spiegato il Manager della categoria Epicerie, solo nelle categorie derivati del pomodoro e pasta realizza un sell out di 270 milioni di euro, e non è poco se si considerano le vendite della GDO in Italia e se si considera che il ruolo di queste due categorie è completamente differente nel paese transalpino.

La Francia è un grande mercato per questi segmenti ed è importante per i produttori italiani approfittare di opportunità come quella di mettersi in mostra davanti al category manager che gestisce le categorie per uno dei gruppi più importanti al mondo. Consorzio Casalasco, Mutti e Gustibus hanno avuto questa opportunità, così come l’hanno avuta Conserve Italia e La Doria che grazie a due articoli sulle rispettive aziende, inseriti dentro il libro dei derivati del pomodoro, tradotto in inglese all’interno del progetto Cibus Lab, Fraudin ha potuto leggere e valutare.

Carrefour è uno dei leader di mercato in Francia ed ha affrontato il periodo di emergenza con un’evoluzione dell’offerta e soprattutto dei servizi a favore del consumatore. I francesi hanno, in larga parte, fatto ricorso agli acquisti on line e sono diventati molto più attenti alla qualità. Italia e Francia sono due paesi in cui la cucina assume un valore importante. L’Italia è considerato un paese importante e che esprime qualità, il consumatore francese gradisce i prodotti italiani (nello specifico i derivati del pomodoro), sebbene esprimano la fascia del premium price e sia, quindi, necessario contribuire con una intensa azione promozionale per incrementare le vendite.

L’Italia e la sua produzione sono visti con un occhio di riguardo ma, spiega Regis Fraudin, i fornitori italiani devono comprendere che è necessario assecondare le strategie di Carrefour, ovvero: impulso promozionale molto forte, centralità delle strategie a favore del consumatore ed attività in store.

Opportunità come quella che Cibus sta concedendo al mercato italiano sono molto rilevanti: tutti i protagonisti al webinar, quindi dall’Asia alle Americhe e passando per l’Europa,  appartenenti al mondo del mass market retail (catene gdo) hanno spiegato che il consumatore è cambiato: cerca la qualità molto di più rispetto al passato. Tutti hanno chiarito che la produzione italiana è sinonimo di qualità e che, pertanto, si posiziona nella parte alta dei loro scaffali, così come hanno spiegato che, trattandosi di grandi aziende retail, tutti loro pretendono una grande efficienza nella parte produttiva ed in quella logistica.

Se vuoi conoscere tutto il programma di Cibus LAB clicca qui

Le aziende produttrici dovrebbero partecipare in massa all’ascolto di questi webinar: dove hanno mai trovato tutti assieme i category manager di categorie che riguardano l’acquisto e l’importazione di prodotti italiani, di aziende che fatturano quasi quanto la GDO italiana, pur essendo solo 5. Al webinar ha partecipato anche il nostro ottimo (unico retailer italiano) Massimiliano Rossi di PAC 2000A Conad che, con ottimo inglese, ha spiegato ai colleghi le dinamiche della categoria ai colleghi.

Ogni mese all’interno del progetto Cibus LAB vi sarà un approfondimento di una categoria, lo schema è identico a quello del 7 ottobre, viene preceduto dalla pubblicazione di un manuale e-book sulla categoria su GDONews, che viene tradotto in inglese, e successivamente consegnato a tutti i buyer internazionali iscritti all’interno del progetto CIBUS LAB, tra cui appunto Regis Fraudin di Carrefour e Ulrich Rogowski di Metro Germania. Per il mese di ottobre (26) verrà pubblicato su GDONews il manuale dei surgelati, verrà tradotto in inglese ed il 10 Novembre si realizzerà il webinar con buyer internazionali ed italiani, assieme alle aziende italiane. In Novembre è in programma la redazione del manuale delle carni, i fornitori che fossero interessati a presentare la propria azienda possono contattare commerciale@gdonews.it.

Per vedere il webinar per intero con interventi e relativi powerpoint clicca qui

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui