GDO News
Nessun commento

Dirigere, guidare e comunicare 3.0: le nuove sfide dei prossimi anni

teamChi legge questo spazio e questi articoli, sa che, da tempo, sto affrontando ed analizzando vari aspetti delle competenze relazionali. Ho fatto intervenire anche dei colleghi a rafforzare alcuni passaggi chiave. E’evidente che le parole “relazioni umane” sono un come un enorme pozzo senza fine;  la persona al centro è il vero obiettivo. Quindi la “profondità” è davvero infinita in quanto, ricordiamolo sempre, tutti noi, come persone, siamo unici ed irripetibili

Con questo nuovo articolo, oltre agli aspetti relazionali – il saper essere per capirci -, entreremo nell’analisi di alcune competenze chiave del .. “  saper divenire”.  Cercheremo di sviluppare al meglio le capacità propositive del singolo, le attitudini nel sapersi assumere responsabilità, diventare sempre più affidabile ,lavorare sul sé e nel gruppo, essere autonomo, pro-attivo, persona con capacità trainante verso altri soggetti in un team: diciamolo in una parola, sviluppare  l’ ’impresa personale” che c’è in ognuno di noi, senza dimenticare che siamo tutti delle persone!!

Inizieremo proprio da quest’ultima “competenza”: il saper realizzare e sviluppare il processo di leadership che c’è in ognuno di noi. Per capirlo dobbiamo chiederci: siamo dei leader? Sappiamo –come si dice spesso oggi – gestire la nostra leadership?; sappiamo – se chiamati a farlo – gestire dei gruppi di lavoro? Quale stile adottiamo nei gruppi di lavoro per avere risultati efficienti ed efficaci? Siamo dei bravi leader o dei bravi capi??

L’argomento è davvero impegnativo: non sarò esaustivo per le domande sopra esposte; in questo articolo mi fermerò su alcune riflessioni di base. Il resto lo tratteremo di volta in volta nelle prossime settimane.

La maggior parte dei leader d’azienda lavora a diretto contatto con un team, quindi con  alcune persone (poche o tante) da “gestire”. Iniziamo col dire che ha alcune persone da”guidare”.,da “condurre”, da portare con sé. Dal verbo condurre arrivo alla parola “DUCO”. Leggo altre definizioni –sinonimi – sono davvero interessanti: tirare a sé, trascinare, attirare, attrarre, indurre, allettare, sedurre, estorcere, tirar fuori, dare inizio, contare, annoverare, considerare, stimare, persuadere, convincere …… (la nostra lingua è meravigliosa anche per questo!!!)

Il punto è che non esiste la definizione  giusta o sbagliata. Le definizioni sono tutte giuste! Sono invece sicuro che ci saranno – dopo una più attenta lettura – definizioni che piaceranno di più e altre meno. Provate a fare un gioco semplice… “cercatevi”! Provate a vedere, in mezzo a tutte queste definizioni (che si celano nella parola LEADER) dove vi collochereste? Provate ad analizzare il vostro lavoro quotidiano (o quello del vostro capo se siete “guidati”).…. sarei davvero felice di leggervi – anche in modo privato – per discutere con voi questo  semplice esercizio.

Mi permetto solo di sottolineare –ancora una volta – l’unica cosa che unisce tutte queste definizioni: e’ come un denominatore comune, è l’aspetto  relazionale. Ogni nostra azione è inserita in rapporti tra esseri umani. La comunicazione personale diretta, come unico canale per la comprensione, non perderà mai la sua importanza ed il suo valore. Il vorticoso cambiamento della società di oggi rispetto ai ritmi ed agli stili di vita, ci conduce spesso a non gestire il flusso lavorativo in modo efficace. Lo si può raggiungere  attraverso collaborazioni e relazioni autentiche tra vari settori delle nostre realtà. Quindi essere leader veri,autentici perché capaci di costruire relazioni positive e durature nel tempo !!

Nei prossimi articoli, anche con l’aiuto di alcune riflessioni di altri miei colleghi, proveremo ad analizzare e discutere alcune chiavi di lettura che potrebbero aiutarci a sviluppare il nostro processo di leadership, nella nostra vita professionale e non solo: cercheremo di evidenziare alcuni passaggi per riflettere sul rapporto con gli altri; non parleremo solo di tecniche nella gestione dei gruppi, non solo di lode o biasimo ma anche di ricerca verso la “passione per il proprio lavoro”, parleremo ancora di motivazione, di “missione professionale”, di senso di responsabilità ed affidabilità, pro attività, ricerca dell’eccellenza verso il proprio incarico.

Dati dell'autore:
Ha scritto 50 articoli
Stefano Gennari

Esperto di Formazione ed Organizzazione aziendale. E’ un selezionatore del personale per imprese. La società Selezione ORA Sas è specializzata in corsi di formazione per manager e consulenti.

COMMENTA

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi contrassegnati sono obbligatori *

ARTICOLI CORRELATI

Torna su