Billa inizia la sua conquista del Nord Ovest

3

Billa, per chi non lo sapesse, è una società austriaca che opera nella grande distribuzione e fa parte dal 1996 del gruppo tedesco REWE, azienda al secondo posto nel commercio alimentare in Germania e terza a livello Europeo. Ebbene è notizia di questi primi giorni dell’anno che il Gruppo ha deciso di aprire a partire dal 14 gennaio in Piemonte e Valle d’Aosta 7 supermercati Billa. L’insegna del gruppo tedesco REWE, terzo player a livello europeo nella grande distribuzione e già presente in Italia con quasi 70 punti vendita, fa così il suo ingresso nel Nord-Ovest.
In occasione dell’apertura il Gruppo tedesco ha deciso di fare agli avventori un gentile omaggio: chi visiterà il nuovo supermercato riceverà in regalo un sacchetto di pane fresco. “L’ingresso di Billa in Valle d’Aosta e in Piemonte – ha dichiarato Gotthart Klingan, amministratore delegato di Billa Italia – testimonia in modo forte la volontà del nostro Gruppo di allargare sul territorio nazionale l’offerta in termini di freschezza, assortimento, servizio e convenienza che già i consumatori di alcune Regioni italiane conoscono e apprezzano”. I punti vendita saranno a Borgo San Dalmazzo, Castagnito, Rivoli, Moncalieri, Nichelino, Torino (piazza Carducci), Aosta (via Festaz e corso Battaglione).
Billia è una società austriaca che opera nella grande distribuzione e fa parte dal 1996 del gruppo tedesco REWE, azienda al secondo posto nel commercio alimentare in Germania e terza a livello Europeo.

Dott. Andrea Meneghini
Analista ed esperto di Grande Distribuzione alimentare. E’ un attento osservatore delle dinamiche evolutive dei diversi format in Italia ed in Europa. Collabora con alcuni Gruppi della GDO italiana nelle aree di crisis communication management e news management. Affianca la Direzione Generale di alcuni Gruppi della GDO nella gestione delle strategie aziendali. Collabora anche con aziende del Mass Market Retail all'estero come assistant manager sull'italian food. Si può contattare scrivendo a meneghini@gdonews.it

3 Commenti

  1. Ma se sta lasciando a casa un sacco di dipendenti visto il gran numero di filiali che sta chiudendo!!! Chiudono e riaprono e soprattutto assume nuovo personale non curandosi di quello che lascia col sedere per terra!! Gioco politicamente scorretto ma dopotutto siamo in Italia dove mafiosi e assasini siedono al nostro Parlamento! W Carrefour ed Esselunga!

  2. Lo sbaglio, se così vogliamo definirlo, e non dico chi l’ha fatto, è stato quello di vendere il gruppo Standa, frazionando. D’altra parte per Billa gestire superfici di vendita superiori ai 1000 mt sembra un’impresa troppo ardua. Intanto pagano i lavoratori e, in questo caso, in maggior misura le lavoratrici!.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui