Sono in riserva: “vado a far benzina al LECLERC”

0

La grande distribuzione segna un punto a suo favore sulla strategia di espansione del mercato attraverso l’ottimizzazione dei servizi resi ai consumatori. All’interno dell’ipermercato Conalec di Gallicano (LU) è stato inserito un “discount” per la benzina.
In sostanza l’alleanza Conad/Leclerc, ha prodotto un primo grande risultato, considerata l’assoluta indeterminatezza in materia di liberalizzazione del settore.
L’impianto di Conad Tirreno è interamente costruito e gestito dall’azienda ed è rifornito dalla società Siplec, controllata Leclerc: format self service post pay, con quattro piste per il rifornimento, dotate ognuna di erogatori multipli doppi e pagamento all’uscita del piazzale, del tutto simile ai sistemi di pagamento cui siamo abituati.
Conalec, con l’impianto di Gallicano, intende espandere, nel futuro prossimo, il servizio a tutti i punti vendita con stazione di rifornimento ad insegna Leclerc, prima nel nostro Paese, prevedendo un abbattimento del costo di filiera pari al 50%.
Aggiunge Conad, in una nota diramata proprio in queste ore, che “se la spesa alimentare delle famiglie è ferma da tempo, altrettanto non si può dire di quella per il carburante: in dieci anni, il prezzo medio alla pompa della benzina è cresciuto del 53% e quello del gasolio del 78%”.
La grande distribuzione, tuttavia, pur ritenendo importante l’innovazione acquisita dal gruppo Conad/Leclerc, continua a denunciare i mali di sempre, facilmente riconducibili alle indefinitezze legislative ed amministrative, all’impossibilità per GDO di programmare interventi organici, interregionali, non chiariti dal decreto Bersani del 1998.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui