domenica 19 Maggio 2024

Tosano e Bennet: gli ipermercati come modello di business con risultati diversi. Ecco i loro numeri a confronto

Tosano e Bennet sono entrambe legate al Gruppo VèGè, hanno negozi diretti ed operano nel settore ipermercati. Le differenze tra le due imprese sono notevoli ed in questo articolo si dettagliano le strategie economico finanziarie di entrambe ed i loro risultati nell'ultimo difficile quinquennio.

Il gruppo VèGè è estremamente variegato ed  è la perfetta rappresentazione della GDO italiana, così differebte nei suoi modelli di business.

Come si è letto in altri articoli, VèGè è anche espressione di piccoli supermercati dato che si classifica nella TOP 5 sia all’interno del cluster Superette che dei piccoli supermercati, ma allo stesso tempo è anche espressione di grandi metrature.

L’eterogeneità rappresenta perfettamente la Centrale VèGè. E questa porta anche a studiare le prestazioni di grandi aziende che possiedono tutti negozi di proprietà e, per giunta, operano in un settore difficilissimo, come quello degli ipermercati.

Stiamo parlando dei gruppi Tosano e Bennet che, entrambi nel nord, sono soci VèGè con il medesimo modello di business ma con esecuzioni completamente diverse.

In questo articolo metteremo a confronto le loro prestazioni di bilancio degli ultimi cinque anni, inserendo un altro player del Gruppo, ubicato a sud, con i supermercati di metrature diverse ma, che ha in comune con gli altri due, di opera solo con negozi diretti: Supermercati Piccolo.

Supermercati Tosano Cerea nascono negli anni Settanta ed oggi sono una delle realtà più radicate fra Lombardia, Veneto ed Emilia Romagna con sedici ipermercati; SI.DI. Piccolo è attiva in Campania e principalmente nell’area di Napoli da oltre settant’anni; e infine Bennet – nata a Como nel 1964 – che oggi opera nel campo degli ipermercati e dei centri commerciali con 73 punti vendita fra Lombardia, Piemonte Emilia Romagna, Friuli, Liguria e Veneto.

Delle tre insegne protagoniste del nostro raffronto, Bennet è quella che all’interno del Gruppo Végé presenta ricavi più alti (quasi un miliardo e mezzo a fine 2022) e nel corso del quinquennio ha sempre saputo crescere nei ricavi, seppur debolmente, sino al 2022, quando ha calato scendendo del -1,7%.

L’ARTICOLO COMPLETO, I RELATIVI GRAFICI, IMMAGINI ED ALTRI CONTENUTI SONO RISERVATI AGLI ABBONATI. VERIFICA QUALE ABBONAMENTO E’ IL MIGLIORE PER LE TUE ESIGENZE

SEI GIA’ ABBONATO? ACCEDI QUI
.

Ultimi Articoli

Demografia, sociologia ed economia, le famiglie italiane sospese fra presente e...

0
In occasione della seconda giornata della 39° edizione de Linkontro, l’evento di riferimento nel mondo del Largo Consumo di NIQ, i relatori Christian Centonze,...

Foggia: Gruppo Megamark investe più di 8 milioni per il suo...

0
Il punto vendita, realizzato secondo i dettami della sostenibilità ambientale, è il trecentesimo Famila in Italia. Novità assoluta il Bistrò Famila con cucina visiva.  Ha...

NIQ a Linkontro: frena l’inflazione, si raffreddano i prezzi ma gli...

0
NIQ (NielsenIQ) in occasione della 39° edizione de Linkontro, l’evento di riferimento nel mondo del Largo Consumo, registra per il 2024 oltre 900 presenze...

A Comacchio (FE) inaugura il primo PetStore Conad della città all’interno...

0
Dopo l’apertura dello Spazio Conad, Comacchio accoglie il nuovo PetStore Conad, il primo della città: oltre 5.000 referenze tra alimenti, prodotti dietetici e parafarmaci...

Il mondo delle meraviglie di FAO Schwarz arriva nel cuore di...

0
Dopo Milano, Parigi. FAO Schwarz, nato nel 1862 dal sogno di Frederick August Otto Schwarz di creare un luogo unico in cui i migliori...