domenica 19 Maggio 2024

Selex: i soci hanno azzeccato gli investimenti ed oggi l’insegna primeggia in alcuni formati di vendita moderni. Ecco tutti i numeri delle prestazioni nel dettaglio

Il successo di Selex è dato dalla capacità dei suoi soci a fare grandi investimenti e sui formati di vendita più adatti. Oggi la distribuzione del fatturato del gruppo nazionale si concentra sui formati medi che realizzano buone performance. Anche i piccoli negozi vanno bene ma non producono fatturati e redditività mq vicine ai più grandi. L'insegna vista ai raggi X

Con una quota di mercato che supera il 15% e una solida rete costituita da diciotto imprese, il Gruppo Selex rappresenta una delle realtà più importanti della distribuzione italiana.

Una centrale uscita ulteriormente rafforzata dalla recente fusione con Sun che ha inevitabilmente spostato gli equilibri interni fra i soci che lavorano però in sinergia per provare a togliere a Conad lo scettro di leader nazionale.

Per capire meglio lo stato di salute e le ambizioni del gruppo, siamo andati ad analizzare le prestazioni dei differenti formati di vendita raccolte da Istituto Georetail Italia grazie allo studio sui bilanci di esercizio pubblicati.

In questo articolo cercheremo di comprendere quali sono quegli aspetti del business che i soci della Centrali stanno sfruttando per far crescere in questa maniera le loro imprese.

Selex è sempre stata una Centrale importante sul mercato e che per decenni si è stazionata attorno ad una quota di mercato nazionale del 9-10% circa. Non era certo nel top delle insegne ma era tra le più importanti.

Durante l'”esplosione” delle vendite dei discount, dal 2016 in avanti, molte concorrenti hanno iniziato a cedere loro il passo ed a perdere quote, mentre Selex le ha incrementate.

La fusione con SUN è stata salvifica, ha integrato la Centrale nei territori in cui era debole con formati di vendita similari, ma non si non può disconoscere che i soci di Selex hanno fatto una importante crescita in questi anni azzeccando i formati di vendita, ovvero quelli che soffrono meno i discount. In questo articolo verrà spiegato proprio questo, e si vedrà qual è la vocazione dei formati di vendita di Selex e come si sta consolidando.

Entriamo nel merito dei numeri:

L’ARTICOLO COMPLETO, I RELATIVI GRAFICI, IMMAGINI ED ALTRI CONTENUTI SONO RISERVATI AGLI ABBONATI. VERIFICA QUALE ABBONAMENTO E’ IL MIGLIORE PER LE TUE ESIGENZE

SEI GIA’ ABBONATO? ACCEDI QUI
.

Ultimi Articoli

Demografia, sociologia ed economia, le famiglie italiane sospese fra presente e...

0
In occasione della seconda giornata della 39° edizione de Linkontro, l’evento di riferimento nel mondo del Largo Consumo di NIQ, i relatori Christian Centonze,...

Foggia: Gruppo Megamark investe più di 8 milioni per il suo...

0
Il punto vendita, realizzato secondo i dettami della sostenibilità ambientale, è il trecentesimo Famila in Italia. Novità assoluta il Bistrò Famila con cucina visiva.  Ha...

NIQ a Linkontro: frena l’inflazione, si raffreddano i prezzi ma gli...

0
NIQ (NielsenIQ) in occasione della 39° edizione de Linkontro, l’evento di riferimento nel mondo del Largo Consumo, registra per il 2024 oltre 900 presenze...

A Comacchio (FE) inaugura il primo PetStore Conad della città all’interno...

0
Dopo l’apertura dello Spazio Conad, Comacchio accoglie il nuovo PetStore Conad, il primo della città: oltre 5.000 referenze tra alimenti, prodotti dietetici e parafarmaci...

Il mondo delle meraviglie di FAO Schwarz arriva nel cuore di...

0
Dopo Milano, Parigi. FAO Schwarz, nato nel 1862 dal sogno di Frederick August Otto Schwarz di creare un luogo unico in cui i migliori...