GDO News
Nessun commento

Pezzi da novanta nel Board di Carrefour France, la rivoluzione è in atto ed arriverà anche in Italia

Alexandre Bompard sta trasformando il Gruppo, cambiando tutti gli uomini e puntando tutto verso la modernità. In Italia il cambio si è avuto circa un mese fa quando il Board francese ha inviato in Italia Gerard Lavinay alla guida del Gruppo in qualità di CEO.

A livello internazionale l’azienda si sta, intanto, trasformando: è in corso una forte evoluzione verso la vendita digitale in aumento del + 30% nel primo semestre.

La creazione di un universo di riferimento omnicanale implica la creazione di un unico punto di ingresso e-commerce in ogni paese. Il concetto di sito di e-commerce unico “One Carrefour” è stato lanciato in Brasile e Polonia nel primo trimestre. In Romania, il numero di visitatori unici è raddoppiato dopo il lancio del singolo punto di ingresso e-commerce, carrefour.ro a maggio.

L’implementazione di strumenti di preparazione degli ordini ottimizzati, garantendo un elevato tasso di servizio per gli ordini online, ha avuto luogo in diverse aree geografiche nel primo semestre. In Francia, una piattaforma di preparazione per le attività logistiche per la vendita on line è stata aperta ad aprile nella regione di Parigi. In Spagna e in Italia sono state lanciate soluzioni ibride per la logistica. In Cina sono stati aperti 3 negozi O2O.

Infine, l’implementazione dei servizi di consegna ha subito un’accelerazione in tutte le aree geografiche del gruppo. La consegna a domicilio è ora distribuita in 9 paesi su 10, con una strategia di espansione geografica nelle principali città.

In Francia, sono state aperte 17 nuove città per la consegna a domicilio, raggiungendo un totale di 28 città, già sopra l’obiettivo annuale di 26 città. La Cina ha aperto 8 nuove città, mentre il Brasile ha lanciato il suo sito web di cibo e-commerce per servire l’area più grande di Sao Paulo nel febbraio 2018. Click & raccogliere cibo è ora offerto in 8 paesi ed è stato fortemente sviluppato nel primo semestre.

Amelie Oudeà Casterà

Intanto Amélie Oudéa-Castéra è stata nominata direttore esecutivo dell’e-commerce, dei dati e della trasformazione digitale del Gruppo. La sig.ra Oudéa-Castéra ha trascorso quasi un decennio presso la società assicurativa Axa Group, dove è stata responsabile marketing e responsabile digitale.

Il piano di Bompard è quello di portare una trasformazione entro il 2022 per aumentare la crescita e i profitti. Obiettivo del gruppo è aumentare gli investimenti per raggiungere € 5 miliardi di euro di vendite on line entro quella data.

La signora Oudéa-Castéra ha le giuste competenze e le giuste conoscenze: faceva parte dell’entourage del Presidente francese Emmanuel Macron all’École nationale d’administration, e suo marito è Frédéric Oudéa, l’amministratore delegato della banca francese Société Générale.

Insomma pezzi da novanta tutti francesi all’attacco del business mondiale del mass market retail.

COMMENTA

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi contrassegnati sono obbligatori *

ARTICOLI CORRELATI

Torna su