martedì 25 Giugno 2024

Crescono vino doc e spumanti. Il “bio” non è più una nicchia

Da Iri l’andamento del mercato nella Gdo per l’anno 2016: venduti complessivamente 505 milioni di litri per un valore di 1,5 miliardi di euro.

Crescono vino doc e spumanti Il “bio” non è più una nicchia Crescono le bottiglie di vino a denominazione di origine e gli spumanti, il vino biologico esce dalla nicchia di mercato che ha utilizzato quale trampolino di lancio mentre quelli in brik e i formati diversi dai 0,75 litri flettono in modo vistoso (fonte: ricerca Iri). In questo scenario, i punti di vendita della grande distribuzione hanno un ruolo sempre più importante nelle vendite del nettare di Bacco: lo scorso anno, nonostante l’ennesima contrazione dei consumi familiari, ne sono stati venduti 505 milioni di litri per un valore di 1,5 miliardi di euro.

Nei supermercati i vini a denominazione d’origine in bottiglia da 0,75 litri crescono del 2,7% a volume (e del 4,4% in valore) con 224 milioni di litri venduti, proseguendo il già promettente trend dello scorso anno, che registrava vendite con il segno positivo: +1,9%. Per il secondo anno consecutivo le vendite in promozione rimangono stabili; i prezzi medi risultano in risalita.

Note positive per le bollicine: gli spumanti crescono di oltre il 7% con 54 milioni di litri venduti e confermano l’andamento positivo dell’anno precedente. Il che si traduce nel fatto che un numero crescente di persone acquista spumante per l’uso quotidiano, slegato da ricorrenze o feste (di compleanno, laurea, battesimo, cresima, Natale e Capodanno) come accadeva in un passato anche recente. Lo spumante attrae e nulla esclude che possa essere un punto di svolta nel modo tradizionale di consumare degli italiani.

Vini biologici: le prime superfici investite a vite biologica risalgono al 2003 – non sono più una novità, tanto da registrare una crescita a due cifre per un mercato ancora giovane, soprattutto nella grande distribuzione: +25,7% a volume con 2,5 milioni di litri venduti. Tra i vini più venduti d’Italia ci sono, nell’ordine, il Lambrusco, il Chianti – quello Docg, il top delle denominazioni, vende quasi 10 milioni di litri per un valore di oltre 45 milioni di euro – e il Montepulciano d’Abruzzo. Crescono, con percentuali superiori al 4%, Nero d’Avola, Vermentino di Sardegna, Muller Thurgau e Gutturnio. Seguono Pignoletto (Emilia), Passerina (Marche) e Pecorino (Marche/Abruzzo). Tra i vini emergenti, da segnalare Ribolla Gialla (Friuli-Venezia Giulia), Passerina (Marche) e Valpolicella Ripasso (Veneto).

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui
Captcha verification failed!
CAPTCHA user score failed. Please contact us!

Ultimi Articoli

Despar Centro-Sud riammoderna la rete e va a quota 30 punti...

0
Sostenibilità, modernità e nuovi servizi. Sono i paradigmi con i quali Despar Centro-Sud presenta al pubblico il rinnovato Interspar di Policoro (Matera), all’interno del quale è appena terminato un importante progetto...

Pam Local apre un nuovo punto vendita a Roma

0
La storica insegna della grande distribuzione ha inaugurato il 36esimo Pam local della città in via Enrico Fermi, 29. Continua l’importante espansione di Pam Panorama...

Claire Caulliez è il nuovo nome di Nestlé per l’Head of...

0
Il Gruppo Nestlé in Italia ha scelto Claire Caulliez come nuova NIM (Nestlé in the Market) Head of Finance & Control Italia e Malta...

Conad Centro Nord chiude il 2023 con oltre 2 miliardi di...

0
Secondo l'Assemblea di Bilancio dei Soci della cooperativa, il fatturato della rete di vendita di Conad Centro Nord ha raggiunto i 2.086 milioni di...

CIA Conad apre il nuovo Pet Store Conad di Verucchio (RN)

0
Trecentosessanta metri quadri tutti dedicati agli amici animali: è questa la novità che attende i frequentatori del centro commerciale Valmarecchia di Verucchio, in provincia...