LCC: IRI pubblica i sorprendenti dati dei primi sette mesi di vendite

0

Nonostante le nuvole molto cupe che stanno attraversando l’economia mondiale e quindi anche la nostra grande distribuzione, il dato progressivo del Largo Consumo Confezionato (LCC) alla fine di Luglio è in netto positivo, +4,5% rispetto al 2021. Era dall’anno della pandemia che non si vedevano simili incrementi seppur determinati dagli inquietanti effetti inflattivi. Ciò è quanto ci relaziona IRI, secondo cui il fatturato prodotto da gennaio a luglio è stato è stato pari a 47,7 miliardi di euro. Ciò che sorprende ancor di più è la sostanziale tenuta delle vendite a volume (-0,3%) a dimostrazione che, in ogni caso, il mercato riesce a rispondere alle difficoltà in atto.

Il prossimo futuro appare quanto mai incerto, ma non vi è dubbio che le vendite in grande distribuzione, in questo 2022, stanno andando meglio del previsto, tenuto conto che il confronto è con i primi sette mesi dello scorso anno, il periodo della coda pandemica che portò numeri più che confortevoli almeno sino al mese di maggio.