venerdì 14 Giugno 2024

Madri sempre più “infedeli” al supermercato

Non ci sono più le mamme di una volta, quelle che non badano a spese pur di dare il meglio al proprio bambino.

Oggi, di fronte allo scaffale del supermercato, le madri ricercano la qualità, senza tuttavia dimenticare il prezzo. Il che significa, per esempio, switchare dall’omogeneizzato della grande marca a quello della private label, se questa ultima fornisce garanzie adeguate in termini di luogo e modalità di produzione. Ma anche scegliere brand di nicchia (come Mamma m’ama o Hipp) che offrono un valore aggiunto in termini di qualità e/o di servizio. La mamma si profila, dunque, come un’acquirente infedele, che si sposta da una marca all’altra sulla base di molteplici motivazioni. In primis il prezzo. Basti pensare che la presenza di promozioni sposta il 45% delle scelte di acquisto di baby food mentre la disponibilità di un prodotto con costo inferiore incide per il 38% (Fonte: Nielsen Global Survey “Oh baby! Trends in the baby food and diaper markets around the world”).

Anche gli influencer possono giocare un ruolo significativo sui comportamenti di acquisto. Qui in particolare emerge il peso del passaparola: un feedback positivo espresso da persone ritenute credibili (l’amica, la collega, la blogger) modifica le scelte nel 24% dei casi.

Meno rilevanti appaiono, nel confronto, i professionisti che operano nell’ambito medico per l’infanzia. Le loro raccomandazioni funzionano, infatti, solo nell’11% dei casi. Il motivo? Probabilmente la progressiva perdita di autorevolezza, a fronte della percezione che le loro indicazioni non sono sempre disinteressate.

Del resto perché acquistare la marca di pappe o pastina consigliata dal pediatra quando mi trovo bene con quella, più economica, suggeritami da un’amica con figli in fase di svezzamento?

Attenzione però: non tutti i brand sono considerati equivalenti. Il 65% delle madri dichiara, di scegliere in base al prezzo ma solo all’interno di un numero ristretto di nomi di fiducia. In altri termini: selezionano (sulla base dell’esperienza diretta o indiretta) un paniere di marche di riferimento e si muovono tra quelle.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui
Captcha verification failed!
CAPTCHA user score failed. Please contact us!

Ultimi Articoli

Etruria Retail cresce: inaugurato il nuovo Carrefour Market a Villafranca in...

0
Etruria Retail amplia la sua presenza in Lunigiana con un nuovo Carrefour Market che è stato inaugurato oggi, venerdì 14 giugno, in via Nazionale...

Nuovo look per il supermercato Crai della Cooperativa di Consumo di...

0
La Cooperativa di Consumo di Premariacco è lieta di annunciare la conclusione della ristrutturazione del punto vendita Crai, situato in Via Fiore dei Liberi,...

Aldi rafforza la sua presenza in Lombardia con un nuovo punto...

0
Il 13 giugno, ALDI inaugurerà un nuovo punto vendita a Mariano Comense, in provincia di Como, situato in Via Isonzo all'angolo con Via Cardinale...

Conad Nord Ovest apre un nuovo punto vendita a San Sperate...

0
Domani a San Sperate (SU) aprirà le porte il nuovo supermercato Conad di Via Sant'Andrea, progettato per accogliere residenti e turisti con un'ampia selezione...

Conad Adriatico chiude il 2023 con un fatturato di 2 miliardi

0
Nonostante l’anno ancora connotato dalle forti spinte inflattive, la cooperativa ha archiviato il 2023 con risultati positivi, distinguendosi per l’impegno profuso a sostegno del...