lunedì 17 Giugno 2024

Esselunga primo gruppo italiano per utili, Coop per quota di mercato. Conferme e sorprese da uno studio di Mediobanca

Esselunga batte tutti in termini di utili. Secondo uno studio di R&S Mediobanca sui principali gruppi della gdo in Italia, il gruppo fondato da Bernardo Caprotti ha cumulato nel quinquennio 2009-2013 utili per oltre 1,1 miliardi di euro contro i 157 milioni delle Coop.
In termini di fatturato, il gruppo Supermarkets italiani (Esselunga) ha registrato nei cinque anni considerati una crescita costante, passando da 5,8 miliardi nel 2009 a 6,7 miliardi nel 2013 e registrando un incremento del 16,4% a fine periodo; più contenuta la crescita delle vendite per l’aggregato delle principali Coop (+5,2% in cinque anni), che con 11,2 miliardi sono però vicine a doppiare il gruppo di Caprotti.
Le Coop primeggiano invece per quota di mercato: sono al 15% contro l’8,2% di Esselunga, superata anche da Conad (11,4%) e Selex (8,4%).
Solo Coop ed Esselunga sono riuscite a incrementare le vendite nell’alimentare, sia nel 2013 sia considerando l’intero quinquennio. In calo marcato le francesi Auchan-Sma (passata in Italia da 5,2 miliardi di fatturato a 4,8 miliardi) e Carrefour (da oltre 6 miliardi a 4,7 miliardi); giù anche il gruppo Gecos-Pam della famiglia Bastianello (-3,3% le vendite negli ultimi cinque anni).
Se Carrefour ha ridotto la sua presenza in Italia, chiudendo circa 400 punti vendita tra 2009 e 2013, Auchan-Sma, si legge nello studio di R&S, ne ha aperti 31 confermandosi, con 1.806 supermercati, il gruppo con la rete più estesa; Esselunga, attiva unicamente al Nord Italia, a fine 2013 contava 143 punti vendita rispetto ai 139 del 2009. Le Coop, con 760 negozi, hanno registrato l’aumento più importante su base omogenea (+5,4%).
Esselunga inoltre ricava oltre 16.200 euro per mq, contro la media di 7.600 euro delle altre big; sotto la media i 6.800 euro/mq delle Coop. Se si guarda al fatturato per punto vendita Esselunga, con oltre 47 milioni nel 2013, tocca di fatto i ricavi annui di una media impresa italiana e allunga anche in questo caso sulle Coop (13,8 milioni). Il lato negativo della medaglia per i supermercati di Caprotti emerge osservando i margini industriali, che appaiono dal 2010 in progressiva contrazione (dal 7% al 5%).

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui
Captcha verification failed!
CAPTCHA user score failed. Please contact us!

Ultimi Articoli

Etruria Retail cresce: inaugurato il nuovo Carrefour Market a Villafranca in...

0
Etruria Retail amplia la sua presenza in Lunigiana con un nuovo Carrefour Market che è stato inaugurato oggi, venerdì 14 giugno, in via Nazionale...

Nuovo look per il supermercato Crai della Cooperativa di Consumo di...

0
La Cooperativa di Consumo di Premariacco è lieta di annunciare la conclusione della ristrutturazione del punto vendita Crai, situato in Via Fiore dei Liberi,...

Aldi rafforza la sua presenza in Lombardia con un nuovo punto...

0
Il 13 giugno, ALDI inaugurerà un nuovo punto vendita a Mariano Comense, in provincia di Como, situato in Via Isonzo all'angolo con Via Cardinale...

Conad Nord Ovest apre un nuovo punto vendita a San Sperate...

0
Domani a San Sperate (SU) aprirà le porte il nuovo supermercato Conad di Via Sant'Andrea, progettato per accogliere residenti e turisti con un'ampia selezione...

Conad Adriatico chiude il 2023 con un fatturato di 2 miliardi

0
Nonostante l’anno ancora connotato dalle forti spinte inflattive, la cooperativa ha archiviato il 2023 con risultati positivi, distinguendosi per l’impegno profuso a sostegno del...