martedì 25 Giugno 2024

Coop: un giro di affari di 16,4 miliardi di euro nel 2023

Il 2023 di Coop e delle cooperative associate vede continuare il positivo percorso di riposizionamento che centra gli obiettivi prefissi. Un giro d’affari complessivo che raggiunge i 16,4 miliardi di euro, +2% rispetto all’anno precedente (oltre 14,8 miliardi quello sviluppato solo dalla parte retail in crescita rispetto all’anno precedente di un +2,9%) l’occupazione generata si attesta poco sotto i 59.000 dipendenti, con una flessione dell’1,5% rispetto all’anno precedente frutto della riconfigurazione della rete vendita. Contemporaneamente aumenta la percentuale di donne in ruoli direttivi sfiora il 35% (34,85). Un dato da anni in crescita che testimonia l’impegno di Coop sui temi dell’inclusione e della parità di genere.

Entrando nel dettaglio, nel 2023 l’aggregato delle 7 cooperative più grandi fa segnare risultati economici in netto miglioramento rispetto agli anni precedenti. Il risultato d’esercizio torna stabilmente positivo (0,2% del fatturato) con un incremento di oltre 115 milioni sull’anno precedente. Un miglioramento dovuto al miglioramento del Valore Aggiunto (15,8% e +1 pp sul 2022) e ad un contenimento dei costi che ha dovuto comunque tenere conto dell’incremento dei costi energetici  e dei primi effetti del percorso di rinnovo del Contratto Collettivo Nazionale di Lavoro. L’Ebitda si attesta al 3,7% e lo stesso Ebit torna prossimo alla parità (-0,2%) pur in un anno segnato dagli effetti delle dinamiche inflattive, delle conseguenti difficoltà della domanda finale e dall’inasprimento della competizione (soprattutto) dei discount. Si conferma, peraltro, la forte patrimonializzazione delle cooperative (6,5 mld il capitale proprio) e la progressiva riduzione dell’indebitamento, in particolare quello a breve termine (in riduzione di 1,1 miliardi nell’ultimo anno).  Il prestito sociale si attesta poco sopra i 7,2 miliardi con oltre 1 milione di soci prestatori, a cui le cooperative hanno distribuito 23 milioni di interessi.

Per Coop è stato anche l’anno in cui può dirsi sostanzialmente arrivato a conclusione (a parte alcuni segmenti merceologici) il progetto di riposizionamento che ha portato a scaffale nell’arco di due anni circa 5.000 nuovi prodotti a marchio (tra proposte fino ad oggi inedite, riformulazioni e cambi di packaging). Un’innovazione nell’offerta complessiva che ha fatto sì che la marca Coop diventasse leader nell’80% delle categorie con un tasso di penetrazione che supera il 95% (ovvero il 95% dei soci e consumatori Coop ha messo nel carrello almeno un prodotto a marchio). L’incidenza sul totale delle vendite ha superato il 40% e a fine 2023 il fatturato generato dal prodotto a marchio Coop ha toccato i 4,5 miliardi di euro. Al centro dell’iniziativa rimane prioritaria la difesa del potere di acquisto dei soci e dei consumatori Coop.

 

Ultimi Articoli

Despar Centro-Sud riammoderna la rete e va a quota 30 punti...

0
Sostenibilità, modernità e nuovi servizi. Sono i paradigmi con i quali Despar Centro-Sud presenta al pubblico il rinnovato Interspar di Policoro (Matera), all’interno del quale è appena terminato un importante progetto...

Pam Local apre un nuovo punto vendita a Roma

0
La storica insegna della grande distribuzione ha inaugurato il 36esimo Pam local della città in via Enrico Fermi, 29. Continua l’importante espansione di Pam Panorama...

Claire Caulliez è il nuovo nome di Nestlé per l’Head of...

0
Il Gruppo Nestlé in Italia ha scelto Claire Caulliez come nuova NIM (Nestlé in the Market) Head of Finance & Control Italia e Malta...

Conad Centro Nord chiude il 2023 con oltre 2 miliardi di...

0
Secondo l'Assemblea di Bilancio dei Soci della cooperativa, il fatturato della rete di vendita di Conad Centro Nord ha raggiunto i 2.086 milioni di...

CIA Conad apre il nuovo Pet Store Conad di Verucchio (RN)

0
Trecentosessanta metri quadri tutti dedicati agli amici animali: è questa la novità che attende i frequentatori del centro commerciale Valmarecchia di Verucchio, in provincia...