mercoledì 17 Aprile 2024

Olio di oliva, Pantaleo: “In un momento come questo è necessario puntare sulla qualità e fare cultura”

In momento in cui l’inflazione è altissima, la capacità di acquisto del consumatore ridotta, l’aumento dei costi delle materie di prima necessità schizzato alle stelle, qual è il fattore fondamentale su cui puntare?

Nell’evento tenutosi l’8 marzo al Teatro Traetta di Bitonto “Olio di oliva al cambio epocale” organizzato da Unifol; Fiere di Parma – Cibus/Tuttofood e GDONews, nel quale i principali attori del settore oleario e quelli della distribuzione si sono messi a confronto, ad emergere a gran voce non è stata solo l’intenzione di discutere l’andamento del mercato e fare il punto sul costo della materia prima, tema ormai conosciuto, ma soprattutto la necessità di cercare obbiettivi di investimento per la giusta valorizzazione del prodotto.

Che la situazione sia critica è un dato di fatto ed un’osservazione comune a tutti gli attori in gioco, ma le dinamiche che mettono in relazione distribuzione e industria sono ancora terreno di dibattito.

Al centro del discorso c’è però un tema fondamentale su cui riflettere secondo Pantaleo: come costruire e diffondere la reale consapevolezza del prodotto? Come valorizzarlo a tal punto da renderlo una scelta intenzionale a prescindere dal prezzo?

“Sono due entità che vanno a braccetto – afferma infatti Amalia Menna Pantaleo – la distribuzione è la vetrina dell’industria, e l’industria è il prodotto nella vetrina della distribuzione.  Insieme racchiudono un prodotto talmente tanto sinergico che in un momento come questo è impellente che insieme si lavori per fornire una motivazione ulteriore sul perché scegliere un olio extravergine con specifici plus, piuttosto che un altro. Un incontro di questo tipo tra tutti gli attori era necessario proprio per cercare di trovare dei punti di incontro e qualche nuova opportunità per far crescere la considerazione e la conoscenza che si ha rispetto al mondo dell’olio d’oliva”.

In uno scenario nazionale in cui la scelta del consumatore è stata prevalentemente guidata dalla pressione promozionale, è la qualità l’elemento essenziale su cui puntare secondo Pantaleo, in un momento in cui i prezzi di mercato sono tutti alti. “La competizione sul prezzo oggi non può più essere portata avanti, ma dobbiamo considerare che siamo anche di fronte ad un consumatore che non ha ancora la percezione di quale sia il costo reale dell’olio”, prosegue Pantaleo.

È un periodo critico per il mercato oleario, costellato da mesi di grande sofferenza, ma anche un momento importante su cui riflettere: “Si ha l’opportunità di ragionare sul prodotto stesso, per valorizzarlo il più possibile. In un momento come questo è necessario puntare sulla qualità e lavorare per trasferire al consumatore conoscenza e strumenti per scegliere consapevolmente la qualità dell’olio che intende avere nella propria cucina”.

A tal fine è necessaria una sinergia sempre crescente tra industria e distribuzione che miri a garantire e certificare la qualità del prodotto, attraverso tutta la filiera: dall’imbottigliamento, all’arrivo delle merci nei magazzini, allo scaffale. “Questo perché sotto il cappello dell’olio extravergine d’oliva rientra una moltitudine di prodotti, dalla qualità più scarsa alla qualità migliore. La Pantaleo, così come tutti i soci Unifol, si è impegnata e si impegna a sottoporsi ad un protocollo di qualità estremamente stringente. A tal proposito, infatti, il nostro statuto prevede controlli a scaffale sui prodotti degli associati effettuati da un ente terzo, con risultati condivisi, periodici e non annunciati sul prodotto sia di carattere chimico che organolettico, proprio per garantire e certificare la permanenza della qualità del proprio prodotto dall’uscita dallo stabilimento di produzione sino alla permanenza a scaffale.  Non può sfuggire che sottoporsi a tale procedura volontaria rappresenta un valore aggiunto che viene già offerto alla distribuzione – conclude Pantaleo – e di cui la stessa può beneficiare come supporto di garanzia della qualità del prodotto che offre in vendita al consumatore”.

 

 

Ultimi Articoli

Riapre lo storico supermarket Esselunga di via Monte Rosa a Milano

0
Ha riaperto oggi martedì 16 aprile lo storico negozio Esselunga di Milano in via Monte Rosa. Il supermarket è il secondo negozio che Esselunga ha aperto a Milano...

Risparmio Casa apre a Legnano

0
Risparmio Casa, il gruppo italiano specializzato nella distribuzione di prodotti per la cura della casa e della persona, ha aperto in Via Carlo Jucker...
Aldi

Aldi prosegue il piano di espansione Milano annunciando una prossima apertura...

0
ALDI, parte del Gruppo ALDI SÜD, realtà multinazionale di riferimento della Grande Distribuzione Organizzata, è lieta di annunciare la prossima apertura di un nuovo negozio...

Si accende l’insegna Coop in via Ferrarese a Bologna: il nuovo...

0
Si è accesa oggi,  12 aprile l’insegna della nuova Coop in via Ferrarese 12 a Bologna.  Il nuovo negozio di Coop Alleanza 3.0, è stato...

Carrefour Italia x Cents: partnership per la sostenibilità

0
Carrefour Italia conferma la sua sensibilità verso le tematiche di  responsabilità sociale e ambientale e continua a puntare sull’innovazione digitale grazie ad un  accordo...