Al via domani la 21° edizione di “Gragnano Città della Pasta”,

Un calendario ricco di appuntamenti e attività, per riscoprire la tradizione e l’evoluzione di uno dei prodotti italiani più iconici nel mondo: la Pasta di Gragnano IGP. Partecipazione straordinaria di Ferzan Ozpetek, regista, sceneggiatore e scrittore domenica 10 settembre

Partirà domani la ventunesima edizione di “Gragnano Città della Pasta”, la kermesse gastronomica organizzata e promossa dal Consorzio di Tutela della Pasta di Gragnano IGP con la collaborazione del Comune di Gragnano e della Regione Campania, in scena a Gragnano dall’8 al 10 settembre 2023.

 Un’edizione speciale che celebra un traguardo importante: il decennale dell’ottenimento del marchio di Indicazione Geografica Protetta, il primo riconoscimento comunitario di qualità assegnato alla pasta in Italia e in Europa. Un marchio, autorevole e prestigioso, che garantisce la provenienza e la qualità del prodotto, a testimonianza della secolare tradizione della Pasta di Gragnano.

Ancora una volta Gragnano, città simbolo della tradizione pastaia italiana nel mondo, è pronta ad accogliere nelle sue strade, palazzi e portoni, partendo dalla storica via Roma l’atteso appuntamento dedicato alla Pasta di Gragnano IGP per offrire un’esperienza culinaria che mixa gusto, storia, arte e cultura.

Tre giorni per celebrare la cultura di questa eccellenza italiana, far conoscere il territorio, le sue bellezze, storie e segreti e arti culinarie per uno dei prodotti italiani più iconici nel mondo: la pasta.

Appuntamento domani, venerdì 8 settembre alle ore 18.00, con la cerimonia di inaugurazione nel centro della città, alla presenza del Presidente del Consorzio, Massimo Menna, del Sindaco di Gragnano, Aniello D’Auria, delle autorità locali e dei rappresentanti dei pastifici consorziati, con l’immancabile “Taglio degli Spaghetti” che dà ufficialmente inizio alla manifestazione come da tradizione.

A seguire l’attesa l’assegnazione del Premio “Gragnano Città della Pasta” 2° edizione – istituito dal Comune di Gragnano – a un personaggio meritevole di riconoscimento per l’impegno nell’attività di divulgazione della gastronomia e della cultura alimentare a livello nazionale.

“Domani daremo il via alla 21esima edizione di Gragnano Città della Pasta, – dichiara Massimo Menna, Presidente del Consorzio di Tutela della Pasta di Gragnano IGP – un’occasione unica per celebrare la nostra tradizione e condividere la passione che ci unisce: l’amore per la pasta, un prodotto che ha trovato a Gragnano e nel suo microclima le condizioni ideali per sprigionare tutte le sue peculiarità. Storie di semola, acqua e felicità una perfetta evocazione di quest’edizione per promuovere l’autenticità e la qualità della pasta prodotta a Gragnano in una visione sempre più internazionale.

Durante questo evento – grazie a dimostrazioni, laboratori e degustazioni – ci auguriamo di trasmettere l’arte, la cultura, ma soprattutto la passione che c’è dietro la produzione della nostra pasta e di far vivere l’atmosfera autentica di Gragnano”.

 “Se dici pasta, dici Gragnano.”afferma Aniello D’Auria, Sindaco del Comune di Gragnano. “Gragnano Città della Pasta – prosegue D’Auria – è l’evento dedicato a tutti coloro che condividono l’amore per la tradizione culinaria e la cultura che circondano il nostro territorio. Un’occasione annuale per celebrare la nostra identità e il nostro patrimonio storico.

Per tre giorni consecutivi, Gragnano si trasformerà in un luogo di incontro, condivisione e scoperta delle meraviglie legate al mondo della pasta. Abbiamo lavorato instancabilmente per arricchire questa edizione con tante novità e collaborazioni significative. Gragnano Città della Pasta 2023 sarà un’esperienza coinvolgente, un viaggio che abbraccia il gusto autentico, la storia millenaria e la creatività artistica.

L’evento non è solo un omaggio alla pasta, ma anche un tributo alla nostra città, al suo tessuto sociale e all’eccezionale prodotto che la rende famosa nel mondo. La pasta di Gragnano è il risultato di secoli di tradizione, passione e impegno artigianale, e attraverso questa festa vogliamo condividere con il mondo intero il nostro patrimonio culturale.

Invito tutti, residenti e visitatori, a partecipare con entusiasmo a questa straordinaria celebrazione. Scoprirete il legame profondo tra la pasta e la nostra comunità, tra la storia e la creatività contemporanea”.

Il fitto calendario di appuntamenti, a tema enogastronomico e culturale, vedrà talk e seminari tematici, chef stellati e stand food, live performance e street art, animare l’intera città.

Ad aprire la sezione dei convegni, il talk a cura de La Cucina Italiana “La cucina italiana patrimonio di tutti: dalla buona tavola alla candidatura UNESCO”.

Ospite d’onore il noto regista, sceneggiatore e scrittore Ferzan Ozpetek che domenica 10 settembre sarà protagonista della conversazione “A Tavola con Ozpetek” con Monica Caradonna, giornalista, inviata Rai e conduttrice di Linea Verde Life.

La presenza di Ferzan Ozpetek rappresenta un importante momento di connessione tra il mondo del cinema e l’identità culturale legata in modo indissolubile alla cucina e alla pasta avvalorata anche dalla relazione con Gragnano, città in cui è ambientata la trasposizione teatrale di “Mine Vaganti”, il film che con straordinario successo di pubblico e consenso della critica ha nel 2010 conseguito una pioggia di riconoscimenti prestigiosi: 2 David di Donatello, 5 Nastri, 4 Globi d’oro, 4 Ciak d’oro e il premio speciale della giuria al Tribeca Film Festival di New York.

Al cineasta in occasione di Gragnano Città della Pasta saranno consegnate le chiavi della città dal Aniello D’Auria, Sindaco del Comune di Gragnano come segno di benvenuto e riconoscimento.

La kermesse gragnanese sarà anche l’occasione per visitare la cittadina campana e scoprire le meraviglie storico-artistiche del territorio circostante. In occasione della kermesse, nella suggestiva Valle dei Mulini, sarà inaugurato il Mulino Lo Monaco il cui restauro è stato realizzato dal Centro di Cultura e Storia di Gragnano e Monti Lattari “Alfonso Maria Di Nola” con l’importante contributo del Consorzio di Tutela della Pasta di Gragnano IGP.

Gragnano Città della Pasta vedrà anche la partecipazione di prestigiosi Consorzi Nazionali (Consorzio di Tutela Mozzarella di Bufala Campana DOP, Consorzio Ricotta di Bufala Campana DOP, Consorzio del Pomodoro San Marzano DOP, Consorzio Tutela Grana Padano DOP, Consorzio per la tutela del Pecorino Romano DOP, Consorzio di Tutela Vitellone Bianco dell’Appennino Centrale IGP, Aprol Campania Società cooperativa Agricola) che, provenienti da diverse regioni d’Italia, arricchiranno sinergicamente l’evento, portando le loro eccellenze e raccontando con passione e orgoglio tutto il buono del nostro Paese.