giovedì 18 Luglio 2024

Il fatturato di DalterFood Group è salito a 146 milioni di euro

Un 2022 positivo per DalterFood Group – impresa emiliana che opera nel comparto lattiero caseario per la produzione, taglio e confezionamento di formaggi duri e semiduri e la distribuzione di formaggi freschi ed altre eccellenze culinarie italiane nel mercato domestico ed estero – che chiude il bilancio consolidato con un incremento sia di volume che di fatturato in tutti i paesi di riferimento e nei principali canali di distribuzione. Il proseguimento della strategia commerciale di diversificazione geografica e di canale, quindi, consolida ulteriormente la competitività del gruppo.

SCENARIO

Nel 2022, il Pil italiano ai prezzi di mercato registra un aumento del +6,8% rispetto al 2021, con una crescita del +3,7% in volume. Il forte incremento dell’inflazione pesa su tutte le economie occidentali: l’inflazione annuale dell’EU raggiunge il livello più elevato mai registrato, al 9,2%, più che triplicato rispetto all’anno precedente, con pesanti ripercussioni sui costi di materie prime, energia, trasporti, beni di consumo. Continua il trend positivo delle vendite del Parmigiano Reggiano, particolarmente positivo in Spagna (+9%), Usa (+8,5%) e Francia (+7,4%), e delle esportazioni dei formaggi italiani, che superano quota 568.000 tonnellate. I maggiori paesi importatori di formaggi italiani si confermano Francia, Germania, UK, Usa e Spagna.

ANDAMENTO DEL GRUPPO

Nell’ambito di questo complesso contesto macroeconomico, DalterFood Group fa segnare una crescita, raggiungendo Euro 146 milioni di fatturato, pari al +14,14% sul 2021. L’incremento riguarda anche i volumi, che toccano quota 13.175 tonnellate, per un +2,34% rispetto al 2021. DalterFood Group è una realtà orientata soprattutto all’export, che incide per l’83% sul fatturato complessivo. Le soddisfacenti performance registrate nel 2022 si devono principalmente all’incremento del fatturato estero.

PREVISIONI 2023

I primi mesi del 2023 vedono un relativo calo dell’inflazione, che tuttavia si mantiene su livelli molto superiori rispetto a quelli pre-pandemia. In maggio, in Italia l’inflazione cresce del +7,6% rispetto al 2022, In Europa del + 8,1%.

Nel primo trimestre 2023, il mercato del Parmigiano Reggiano cresce del +3,9%, grazie alla dinamica molto positiva del mercato italiano, francese e spagnolo, mentre soffrono i mercati UK e USA (stabile quello tedesco). Continua il trend positivo delle esportazioni dei formaggi italiani, che superano le 133 mila tonnellate rispetto alle 128 mila dello stesso periodo del 2022, per un incremento del +3,9%.

DalterFood Group registra volumi in leggera flessione, ma fatturati in crescita. “Nel corso del 2022 l’aumento di tutte le principali voci di costo – dal latte al materiale per imballaggi, i trasporti, l’energia – ha avuto un impatto molto pesante su tutto il comparto. I primi mesi del 2023 hanno visto un rallentamento dell’inflazione ma gli scenari restano comunque molto incerti. Nonostante le criticità del contesto macroeconomico, prevediamo un trend di crescita e stimiamo di chiudere l’esercizio 2023 con risultati positivi, anche alla luce dei progetti attualmente in corso in ambito sostenibilità, innovazione e digitalizzazione e degli investimenti che abbiamo programmato per le infrastrutture, l’efficientamento energetico delle fabbriche del gruppo e le risorse umane” riferisce Andrea Guidi, DG del Gruppo. “Infatti, la sostenibilità è parte integrante del nostro Dna. Da sempre miriamo ad una crescita che sia equa ed equilibrata nel rispetto dei nostri stakeholders, del territorio, dell’ambiente e della collettività”.

Modello unico e virtuoso nel comparto, l’azienda opera quotidianamente nel garantire, grazie all’applicazione di rigorosi protocolli e procedure, una filiera di produzione del Parmigiano Reggiano totalmente integrata, controllata e sostenibile, espressione di un profondo senso etico che caratterizza uno stile di lavoro ben radicato nella propria storia e tradizione.

Un’intensa e concreta attività, basata sulla Corporate Social Responsibility, che ha permesso a Dalterfood Group di ottenere, per il secondo anno consecutivo, la certificazione volontaria Animal Welfare, secondo il protocollo Classyfarm, il Centro di Referenza Nazionale per il Benessere Animale. Il documento attesta che le imprese conferenti, insieme a tutti gli attori che fanno parte della filiera del Parmigiano Reggiano, rispettano precisi requisiti in tema di management aziendale e del personale, strutture e attrezzature, condizioni di vita degli animali negli allevamenti e biosicurezza.

Nell’ambito dello sforzo generale sulla sostenibilità che la società sta compiendo, anche per il prossimo esercizio proseguirà la collaborazione con i nostri conferenti latte volta ad aumentare il livello di benessere animale degli allevamenti e a mantenere la certificazione Animal Welfare. Continueremo anche le attività necessarie al mantenimento delle altre certificazioni già ottenute da entrambi i nostri caseifici di proprietà: BRC, IFS, FDA, Qualità prodotto di Montagna e Biologico” conclude Guidi. “Previsti, inoltre, nuovi investimenti in ricerca e sviluppo per ridurre ulteriormente il nostro impatto ambientale e compiere nuovi importanti passi dopo l’introduzione delle monodosi di formaggio in plastica 100% riciclabile, che oggi rappresentano una rilevante fetta di mercato per l’azienda. La sostenibilità sarà sempre più al centro delle nostre strategie e del nostro impegno”.

Il Gruppo oggi è così composto: Dalter Alimentari spa, la capogruppo, che dal 1978 taglia e confeziona formaggi stagionati italiani; Colline di Canossa srl, società proprietaria dei due caseifici di montagna (Colline di Canossa – Selvapiana, matricola 417 e Colline di Canossa – Cigarello, matricola 320), che cura la relazione con gli allevatori, la raccolta di latte e la produzione di Parmigiano Reggiano, Dalter UK Ltd e Vip Italia Gmbh, filiali commerciali per il mercato inglese e tedesco, e Baltic Cheeses Sia, che gestisce le relazioni con i fornitori europei di formaggi a pasta dura.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui
Captcha verification failed!
CAPTCHA user score failed. Please contact us!

Ultimi Articoli

Unes avanza nel rebranding: nuove ristrutturazioni a Torino, Treviglio e Gavirate

0
La catena di grande distribuzione Unes continua il suo percorso di rebranding, avviato lo scorso novembre, trasformando tutti i suoi negozi sotto la nuova...

Nova Coop apre ad Ivrea un nuovo superstore

0
Da giovedì 18 luglio, la città di Ivrea, in provincia di Torino, accoglierà l'apertura di un nuovo superstore realizzato da Nova Coop. Situato in...

MD arriva a quota 186 negozi in Lombardia con il nuovo...

0
Il primo punto vendita MD a Lissone ha aperto le sue porte con un simbolico taglio del nastro al femminile, eseguito dalla Store Manager....

A Crescentino (VC) inaugura il primo PetStore Conad della zona

0
A Crescentino (VC) apre il primo PetStore Conad di via Faldella, un negozio con un'ampia gamma di servizi e prodotti per i nostri amici...

Apre il nuovo Crai Villafranca: focus su prodotti locali e freschi

0
Giovedì 4 luglio è stato inaugurato il nuovo supermercato Crai Villafranca, in provincia di Forlì. Il punto vendita offre oltre 2000 referenze, di cui...