lunedì 17 Giugno 2024

Qualità al giusto prezzo: Olio Pantaleo pronto alla conquista del mercato nazionale dell’extra vergine di oliva

La storia lo insegna: chi parte dall’estremo Sud con l’intento di conquistare il resto della Penisola non andrebbe mai sottovalutato. Soprattutto se, come nel caso della Nicola Pantaleo, ha la capacità di leggere i segnali provenienti dal mercato ed è in grado di trasformare in opportunità una situazione apparentemente sfavorevole. Non è infatti un mistero che i cambiamenti climatici in atto abbiano influito pesantemente sulla produzione olearia in tutto il bacino del Mediterraneo, riducendo sensibilmente quantità e qualità del prodotto e producendo per contro un deciso innalzamento dei prezzi.  A quanto emerge dai dati del 2022, si profila un periodo di crisi per il settore oleario italiano. Se da un lato, infatti, l’aumento delle vendite a valore sembrerebbe delineare un andamento positivo, è sufficiente consultare quello delle vendite a volume per rendersi conto di quanto l’ottimismo sia del tutto ingiustificato.

I numeri parlano chiaro: il segmento pur avendo fatto registrare una crescita del fatturato pari al 4,3% (da 685 a 715 mio €) subisce una contrazione pressoché uguale e contraria nel numero di pezzi venduti – 4,7% (da 151 a 144 mio). Entrambi i fenomeni hanno un comune denominatore: Il considerevole aumento del prezzo medio della bottiglia. Aumento che, il più delle volte, non consente neanche il mantenimento dei normali margini né per il produttore né per il distributore. Prova ne é, la contemporanea riduzione della pressione promozionale, strumento largamente impiegato nelle strategie di sell-out dell’olio extra vergine di oliva nella GDO. Tutto questo non può che indicare una direzione obbligata per le marche che intendano uscire dalla crisi: attuare una gestione degli acquisti oculata e lungimirante che permetta di salvaguardare la qualità mantenendo il prezzo entro range accettabili.

Noi della Nicola Pantaleo attuiamo da sempre questa politica, acquistando le maggiori quantità all’inizio della campagna olearia, quando è possibile scegliere la migliore qualità al giusto prezzo. Possiamo farlo anche in virtù della nostra capacità di stoccaggio della materia prima e di una credibilità conquistata negli anni nei confronti dei fornitori italiani ed esteri. È così che siamo riusciti a mantenere nel tempo un ottimo rapporto qualità/prezzo, imponendoci in area Nielsen 4 con 1,6 milioni di bottiglie di olio extra vergine comunitario vendute e raggiungendo posizioni di vertice anche a livello nazionale, con una crescita a valore del 19%, che va ben oltre il dato medio inflattivo.

Oggi questa crescita potrebbe divenire esponenziale se i buyer delle grandi catene distributive del centro-nord percepissero le nostre reali potenzialità. La presenza del brand Pantaleo in questi mercati è attualmente limitata ai prodotti di eccellenza (IGP Olio di Puglia e 100%Italiano) che si sono gradualmente conquistati una nicchia di mercato in virtù della loro eccellente qualità. Un fattore, quest’ultimo, tutt’altro che trascurabile se pensiamo che, nel prossimo futuro, la leva promozionale potrebbe essere fortemente ridimensionata e che il consumatore sarà sempre più propenso a fidelizzarsi nei confronti di marche capaci di assicurare una qualità costante al giusto prezzo.

Il gradimento dimostrato dai consumatori del Nord Italia nei confronti degli oli premium Pantaleo non lascerebbe certo inosservato l’ingresso a scaffale della referenza classica comunitaria. E se alla credibilità del marchio aggiungiamo un prezzo adeguato alla qualità percepita, è facile intravedere prospettive di successo. Un successo stabile e duraturo che, replicando quanto già avvenuto al Sud, non dipenderebbe da scelte tattiche, ma da una precisa strategia messa in atto nel tempo. Crediamo quindi sia giunto il momento di proporci come partner d’eccellenza della GDO del Nord Italia, anche per prodotti di mass market che garantiscano ottime performance di vendita e mantenimento dei margini per il distributore. Abbiamo la forza, la capacità e l’entusiasmo che occorrono. Siamo pronti per farlo. Attendiamo solo che qualcuno ci dia il via.

 

 

Ultimi Articoli

Etruria Retail cresce: inaugurato il nuovo Carrefour Market a Villafranca in...

0
Etruria Retail amplia la sua presenza in Lunigiana con un nuovo Carrefour Market che è stato inaugurato oggi, venerdì 14 giugno, in via Nazionale...

Nuovo look per il supermercato Crai della Cooperativa di Consumo di...

0
La Cooperativa di Consumo di Premariacco è lieta di annunciare la conclusione della ristrutturazione del punto vendita Crai, situato in Via Fiore dei Liberi,...

Aldi rafforza la sua presenza in Lombardia con un nuovo punto...

0
Il 13 giugno, ALDI inaugurerà un nuovo punto vendita a Mariano Comense, in provincia di Como, situato in Via Isonzo all'angolo con Via Cardinale...

Conad Nord Ovest apre un nuovo punto vendita a San Sperate...

0
Domani a San Sperate (SU) aprirà le porte il nuovo supermercato Conad di Via Sant'Andrea, progettato per accogliere residenti e turisti con un'ampia selezione...

Conad Adriatico chiude il 2023 con un fatturato di 2 miliardi

0
Nonostante l’anno ancora connotato dalle forti spinte inflattive, la cooperativa ha archiviato il 2023 con risultati positivi, distinguendosi per l’impegno profuso a sostegno del...