Articolo publiredazionale

Il loro DNA esprime essenza e qualità tutta meridionale, ma la loro storia ha contorni e appeal decisamente internazionali.

È Silagum, un Brand calabrese, che da oltre 30 anni, ingolosisce le persone – primi tra tutti partner e imprenditori – con una produzione di caramelle che supera le 2.500 tonnellate, vantando una distribuzione annua pari a 500.000.000 caramelle, in più di 30 paesi, a copertura di tutti i continenti.

I meriti di tale successo? Abbiamo provato a chiederli al Responsabile Commerciale, Claudio Aquino. Ce li avrà svelati?

Un’ azienda del Sud, alla conquista del mondo. Ma la Calabria non era tutta mafia e nullafacenza?

Quasi mai le cose sono come si raccontano. In Calabria vi sono migliaia di persone – e di aziende – che ogni giorno lavorano per garantire l’eccellenza. Noi vogliamo essere tra queste.

Nel 1993 abbiamo dato il via ad un’attività che oggi supera i 30 collaboratori, la cui dedizione determina un costante fatturato in crescita, con numeri che oscillano tra i 5 e i 10 milioni. Numeri che non abbiamo mai forzato o ottenuto con l’inganno.

Di Silagum ci piace che si racconti solo la verità: le nostre caramelle sono prodotte nel massimo rispetto degli standard di qualità, prestando attenzione alle materie prime e, nondimeno, alle risorse e all’ambiente.

Uno shop online, una presenza capillare nei più grandi franchising alimentari che, giorno dopo giorno, si apre a nuove realtà.  Oltre a Sarni ed Esselunga, da maggio anche nei principali supermercati Conad del Sud Italia. Affermarsi in un mercato già consolidato e presenziato da Grandi Brand sembra un gioco da ragazzi.

È esattamente il contrario. Se oggi possiamo parlare di crescita, è solo grazie ad un impegno costante su tutti i fronti: commerciale, pubblicitario, logistico e produttivo, che non conosce pause né intermittenze.

Le nostre caramelle non sono sempre le stesse, così come la nostra comunicazione. Essere consapevoli della competitività del mercato ci ha reso consci di quanto fosse importante aprirsi a nuove sfide ogni giorno, investire nei servizi e nelle professionalità, non fermarsi al primo obiettivo raggiunto, considerare l’errore e, di conseguenza, il cambiamento.

Il nostro è volutamente un approccio aperto all’innovazione, visionario, che tiene conto delle richieste dei clienti. Questo vale tanto per chi si occupa di affinare la qualità del prodotto, intercettando nuove tendenze, quanto per chi cura il marketing e la pubblicità, a cui stiamo dando sempre più importanza e spazio, soprattutto in ambito digitale, attraverso l’attivazione di campagne mirate e la sperimentazione di iniziative che stanno riscontrando grande interesse.

Esistono tanti marchi noti cui un rivenditore potrebbe scegliere di affiliarsi con immediate garanzie di vendita. Cosa hanno di speciale le vostre caramelle?

Ci adoperiamo perché il nostro sia un prodotto unico, cominciando dalla selezione degli ingredienti fino alla scelta del packaging più appropriato.
Le nostre caramelle, infatti, sono prodotte con zucchero italiano, senza glutine, utilizzando materie prime DOP, spesso di origine biologica, provenienti dal nostro territorio. “Le Preziose”, il nostro marchio di punta, più apprezzato e venduto, non è una semplice caramella alla frutta, ma realizzata con vero e proprio “succo” di frutta, dettaglio non comune ad altri prodotti anche di fama. In più sono senza coloranti artificiali e con aromi naturali.

Vendere dolciumi non ci esime dal produrli nella modalità più genuina possibile e chi decide di puntare sul nostro prodotto e proporlo nei propri punti vendita, sa che, con altissima probabilità guadagnerà la stima e la fiducia dei propri consumatori, ottenendo apprezzamento e soprattutto fidelizzazione. Inoltre, ogni nostro partner gode di riflesso del prestigio dato dalle nostre sempre più corpose e numerose attività di marketing, che conferiscono ancor di più notorietà al nostro brand e, di conseguenza, visibilità a chiunque decida di credere in noi ed avviare un percorso comune.

Negli ultimi 5 anni, la percentuale di vendite di prodotti a marchio Le Preziose e Una Tira l’altra è passata dal 15% al 70%. Questione di fortuna o di competenze?

La fortuna fa sempre la sua parte, ma è solo un piccolo X per cento. Un po’ come nelle componenti di una caramella: se tutto il resto non funziona, il sapore è un fallimento.

Noi siamo partiti da una piccola Impresa che vendeva per conto di terzi. Poi, pian piano, abbiamo iniziato a veicolare il nostro Brand, arrivando ad esportare in Usa, in Canada, in Europa e, tra le prossime mire, ci sono Medio ed Estremo Oriente.

Un interesse che abbiamo alimentato curando tutto nei minimi dettagli: le forme, i colori, i sapori, perfino gli astucci delle nostre caramelle sono stati studiati per esprimere raffinatezza e, allo stesso tempo, per creare appetibilità.

Abbiamo lanciato gusti – vedi Le Preziose alla frutta ricoperte di cioccolato – che, secondo alcuni, nessuno avrebbe mai assaggiato, ottenendo, invece, un boom di richieste. Abbiamo sperimentato, osato, sbagliato. E, ogni tanto sì, messo in campo qualche competenza.

Silagum, come tante altre aziende, si dichiara sempre più attenta alla sostenibilità. Semplice questione di “moda” o attitudine concreta?

Per noi la moda coincide con l’inizio della nostra attività e non è mai passata in controtendenza. Semplicemente, il rispetto per l’ambiente non può essere un optional, perché dalla sua salute dipende quella delle persone. Siamo ciò che mangiamo e ciò che mangiamo viene dall’ambiente.

Ecco perché, oltre a bannare l’utilizzo di prodotti “velenosi”, abbiamo puntato sul ricorso ad ingredienti biologici per realizzare una delle nostre linee più amate. Non solo. La nostra principale struttura è un inno al risparmio energetico e autonomamente provvede al 60% del fabbisogno aziendale, grazie alle energie rinnovabili.

Parlare al “naturale” ci viene spontaneo, tant’è che, per l’immediato futuro, abbiamo scelto di puntare su un nuovo pack: rigorosamente di carta, rigorosamente riciclabile.

Ok, Punti di forza chiari.  Punti di debolezza?

Possiamo dire… la dolcezza?

E loro, ne hanno decisamente da vendere.

Content offered by Silagum