Ortonuovo, verdure cotte per la GDO: buone come a casa, pronte da gustare

0

L’artigianalità è senza dubbio uno dei fattori più apprezzati tra quelli che negli anni hanno fatto la fortuna dell’azienda. «Ne è evidente dimostrazione il successo di alcune tra le principali referenze di Ortonuovo, quella dei lessati, in cui spinaci, catalogne e coste occupano un posto d’onore, oppure le patate al forno, condite con olio extravergine d’oliva, cipolla, rosmarino, sale e pepe» racconta Andrea Scamperle, Direttore Generale di Ortonuovo «Le nostre ricette sono frutto del piacere per le cose buone e saporite, che mantengono intatti i sapori della natura e della cottura fatta in casa, come quelle della nonna».

La qualità, tuttavia, non è stata l’unica discriminante che nel tempo ha determinato l’ascesa di questo marchio: Ortonuovo si differenzia anche per la varietà dei prodotti offerti, molto più ampia rispetto a quella che ci si potrebbe aspettare. «Abbiamo deciso di distinguerci anche per il numero, oltre che per la qualità, di referenze prodotte» prosegue Andrea Scamperle «La scelta di trattare un così alto numero di materie prime affonda le radici nella volontà di accreditarci come riferimento per il cliente alla ricerca di piatti pronti e contorni, offrendo un assortimento variegato che possa soddisfare al meglio gusti ed esigenze».

Non solo una realtà produttiva artigianale, dunque, ma punto di riferimento per un ventaglio molto diversificato di piatti pronti a base vegetale, tanto da potersi confrontare con le capacità produttive di aziende che operano in un ambito molto più vicino a quello industriale.

«Il trend della quarta e quinta gamma è aumentato molto negli ultimi anni, senza dubbio la concorrenza è molto più agguerrita rispetto al passato» spiega Scamperle «Noi comunque continuiamo sulla nostra strada, fatta di prodotti freschi e genuini, di metodi di lavorazione artigianali, di cotture come fatte in casa: solo per fare alcuni esempi, le nostre verdure lessate sono realmente frutto di una cottura in acqua, e non al vapore; le nostre verdure grigliate vengono davvero cotte sulla griglia».

Sono chiari i motivi per cui una realtà di questo tipo, pur se artigianale, risulti interessante per la GDO: prodotti di alta qualità cucinati al naturale o secondo ricette saporite, che incontrano il gusto e le esigenze del consumatore finale; un’offerta variegata di piatti pronti, contorni e burger di verdure, che possono essere posizionati sia nel reparto ortofrutta che nel reparto gastronomia, a seconda del concept del punto vendita; efficienza del servizio di consegna, che assicura la ricezione dei prodotti richiesti in media entro le 24 ore. «La nostra filosofia è quella di rispettare la naturalezza delle verdure, che infatti non subiscono alterazioni di sapore e non contengono conservanti aggiunti» precisa Andrea Scamperle «Ci piace pensare che chi scommette su di noi, scommette sulla qualità prima di tutto».

Ultimo ma non ultimo, la storicità dell’azienda: Ortonuovo è solida da 25 anni, un aspetto non sempre così scontato. L’azienda è oggi sinonimo di costanza, affidabilità ed efficienza. «Negli anni abbiamo creato un rapporto di fiducia con i nostri clienti» conclude Scamperle «Il nostro team ha costruito una preziosa esperienza nel trattamento di ogni prodotto, ognuno con le sue peculiarità, ed è quindi pronto a rispondere alle diverse criticità ed esigenze».

Dove andare per conoscere meglio l’azienda e toccare con mano la loro offerta di prodotto? MARCA è il posto giusto: Ortonuovo invita buyer e distributori a incontrarli a BolognaFiere il 12 e 13 aprile presso il Pad. 29 / Stand B64-C63.