Il nord-ovest rallenta la Gdo nella seconda parte di Gennaio

0

Le vendite della distribuzione moderna a parità di rete hanno fatto registrare una frenata (-0,15%) nella settimana dal 20 al 26 gennaio ma per individuare le cause di questo andamento non bisogna cercare a lungo. La performance negativa va ascritta completamente alla debolezza del Nord-ovest, che ha lasciato per strada l’1,45% del proprio giro d’affari. Ha chiuso i sette giorni in territorio negativo anche il Centro, ma solo per poco (-0,15%). Positive invece le altre due macro-aree: il Nord-est ha guadagnato lo 0,77% e il Sud ha messo a segno un balzo dell’1,82%. Dall’inizio dell’anno il progresso è del 2,74%, dato che include però, per ragioni statistiche, anche le vendite del Capodanno.

Anche grazie a questo fattore tutte e quattro le macro-aree mostrano una crescita nel 2020. Guidano i rialzi Abruzzo, Molise, Puglia, Basilicata, Campania, Calabria e Sicilia (+4,76%), seguite Emilia Romagna, Veneto, Trentino Alto Adige e Friuli-Venezia Giulia (+2,95%). Toscana, Marche, Umbria, Lazio e Sardegna non sono però molto lontane (+2,79%); non altrettanto può dirsi per Piemonte, Valle d’Aosta, Liguria e Lombardia (+1,80%).

{}

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui