Vendite GDO. Doccia gelata prima di Natale: -9,40%

0

Le vendite della distribuzione moderna sono inciampate un’altra volta – dal 16 al 25 dicembre hanno perso il 9,40% – confermando così le difficoltà del Natale 2019. Sul crollo dell’ultima lettura potrebbe però aver avuto un importante effetto distorsivo l’effetto calendario: l’anno scorso i sette giorni in esame includevano anche il 23, giorno in un cui gli acquisti per le festività si intensificano. È dunque lecito attendersi un deciso recupero nella prossima rilevazione, la cui bontà dipenderà tutta dalla sua ampiezza. Nel frattempo però il bilancio di tutto il 2019 è scivolato in territorio negativo (-0,26%), un risultato che non sorprende più di tanto tenuto conto del trend attualmente in atto.

Nella settimana hanno subito pesanti perdite tutte e quattro le macro-aree in cui Nielsen ha suddiviso il territorio nazionale: il Nord-ovest è stato ancora una volta il più penalizzato (-10,86%), seguito dal Nord-est (-8,92%) e dal Centro (-8,82%). Il Sud si conferma la macro-area con la miglior tenuta (-7,45%).

Il rosso dal 1 gennaio di Piemonte, Valle d’Aosta, Liguria e Lombardia ha ampiamente superato il punto percentuale (-1,26%), mentre quello di Emilia Romagna, Veneto, Trentino Alto Adige e Friuli-Venezia Giulia ci si sta avvicinando a passo spedito (-0,71%). Toscana, Marche, Umbria, Lazio e Sardegna riescono a rimanere in territorio positivo ma solo per poco (+0,13%); il progresso di Abruzzo, Molise, Puglia, Basilicata, Campania, Calabria e Sicilia si riduce infine al 2,30%.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui