GDO News
Nessun commento

Le vendite della Gdo tornano a crescere per l’effetto calendario

Al nono tentativo la distribuzione moderna riesce a interrompere la serie negativa ma, come accaduto nelle precedenti due letture quando le vendite era letteralmente crollate, anche in questo caso è stato l’effetto calendario a determinare il risultato. Il periodo dal 1 al 7 aprile (+10,07%) si è infatti confrontato con la settimana successiva alla Pasqua 2018.

Tutte e quattro le macro-aree in cui Nielsen ha suddiviso il territorio italiano hanno mostrato decisi progressi che vanno dal +6,32% del Nord-ovest al +16,07% del Sud, passando per il +9,96% del Nord-est e il +12,62% del Centro. Queste performance non sono però riuscite a riportare in territorio positivo né il dato nazionale dal 1 gennaio né quello delle singole macro-aree sempre dalla stessa data. Il bilancio del 2019 mostra ancora un rosso dello 0,95%, che è comunque destinato a ridursi nelle prossime letture grazie all’arrivo della Pasqua. Le regioni che stanno tenendo meglio in questa prima parte dell’anno sono Abruzzo, Molise, Puglia, Basilicata, Campania, Calabria e Sicilia che lasciano per strada “solo” lo 0,63%, seguite da Valle d’Aosta, Piemonte, Liguria e Lombardia (-0,94%) e Toscana, Marche, Umbria, Lazio e Sardegna (-0,98%). Sono invece sopra la soglia del punto percentuale le perdite di Emilia Romagna, Veneto, Trentino Alto Adige e Friuli-Venezia Giulia (-1,12%).

{}

 

[via repubblica]

Tagged with:

COMMENTA

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi contrassegnati sono obbligatori *

ARTICOLI CORRELATI

Torna su