GDO News
1 commento

E’ iniziata la vendita della pasta 3D di Barilla: non proprio un prodotto di largo consumo

Sono iniziate le vendite online della pasta 3D di Barilla attraverso il marchio BluRhapsody, società del venture capital di Barilla Blu 1877, che non si rivolge più solamente a pochissimi e selezionatissimi professionisti dell’alta cucina per creazioni ad hoc, ma anche, teoricamente, al singolo consumatore. E’ stato infatti inaugurato il portale di e-commerce per la vendita diretta.

Attualmente sono disponibili sei formati dai nomi ricercati, che comprenderanno alcune delle curiose creazioni già comparse in rete negli ultimi tre anni.

La produzione è progettata per essere a spreco zero, perché sarà attivata solo al momento stesso dell’ordine: per mantenere al meglio la propria forma, una volta stampata, la pasta viene surgelata in abbattitore e spedita mantenendo la catena del freddo. In questo modo anche i formati più elaborati resistono al trasporto.

Le confezioni vanno da 12 a 22 pezzi a seconda del formato ed i prezzi son in linea con la tecnologia necessaria per produrre con forme cosi sofisticate, dai 2 € ai 2,5 € al pezzo. Curioso il limite imposto con un massimo di 4 confezioni a ordine, dovuto probabilmente alla complessità della produzione in questa fase.

I ricercatori, intanto, sono al lavoro per migliorare ulteriormente la tenuta della pasta stampata, per arrivare in futuro a garantire una possibile personalizzazione totale del prodotto.

 

 

Tagged with:
Q COMMENTO
  1. antonio

    Il massimo d’ordine è per permettere a più persone di provare i prodotti, per ordini maggiori basta contattare direttamente BluRhapsody!

COMMENTA

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi contrassegnati sono obbligatori *

ARTICOLI CORRELATI

Torna su