GDO News
Nessun commento

Grocery: Pasqua in positivo, volano i Discount. Il tema della criticità dei fatturati si circoscrive all’area 1, gli Iper ed in certa misura ai freschi

Nella seguente analisi del Grocery nel primo Quarter del 2018 si potrà prendere atto che si sta vivendo un anno con numeri positivi come lo è stato lo scorso. Come si leggerà, la Pasqua del 2018 si è chiusa per la GDO positivamente in questo grande comparto e si può così affermare che chi frena la crescita del 2018, al netto degli effetti Natale e Pasqua, sono da un lato il territorio del Nord Ovest e dall’altro un comprensibile rallentamento dei freschi dopo un anno e mezzo molto positivi. L'analisi del Grocery durante la ricorrenza della Pasqua che viene pubblicata oggi è un riassunto analitico dei dati dei due mesi (marzo ed aprile) confrontati con quelli dell'anno precedente. La lettura e tutti i grafici e tabelle riportati è riservata agli abbonati.

La Pasqua a sfavore nel mese di Aprile ci restituisce una situazione in chiaroscuro: malissimo gli ipermercati, male il format supermercati (come da copione dato l’effetto Pasqua) e molto male il Libero Servizio. Il Discount però è andato bene anche ad Aprile, nonostante avesse beneficiato di un effetto Pasqua nel mese di Marzo, il format ha dato risultati positivi.

***Il grafico/la tabella è visibile solo agli abbonati***

Il canale Drugstore, meno influenzato dalla ricorrenza, è andato benissimo.

Il grocery, totale Italia, nel mese di Aprile si è espresso con una performance dignitosa, che permette di "scollinare" la Pasqua 2018 in positivo. Infatti se si sommano i mesi di Marzo ed Aprile 2018 il dato che se ne ricava racconta il seguente scenario:

GRAFICI, IMMAGINI E ALTRI CONTENUTI SONO RISERVATI AGLI ABBONATI

 
Dati dell'autore:
Ha scritto 543 articoli
Dott. Alessandro Foroni

Esperto di sociologia, organizza reti vendita e merchandising a livello nazionale, prepara i funzionari alla negoziazione con il trade.

COMMENTA

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi contrassegnati sono obbligatori *

ARTICOLI CORRELATI

Torna su