GDO News
Nessun commento

Gruppo Crai, +5% nel 2017, focus sull’e-commerce di prossimità

ttenzione ai nuovi format e la grande scommessa sull’on-line: sono queste le due linee di sviluppo intorno alle quali il Gruppo Crai sta investendo e continuerà a farlo anche nel 2018. Durante la presentazione dei dati del 2017 alla stampa che si è svolta a Milano giovedì 19 aprile presso il Museo della Scienza e della Tecnologia Leonardo da Vinci, uno degli storici gruppi della distribuzione moderna italiana come Crai ha mostrato dati più che positivi e lanciato la sua sfida al mondo dell’on line con il lancio del sito di e-commmerce.

Cresce il fatturato e l’adeguamento ai nuovi format
Nel 2017 il fatturato del Gruppo Crai a rete corrente è cresciuto del 5%, “valore ancor più significativo se si considera che si tratta di una crescita costante da 10 anni a questa parte” afferma l’azienda in una nota. I punti vendita sono cresciuti di 272 unità nel settore alimentare e di 93 in quello dedicato agli specialisti del settore igiene per la casa e cura della persona. Nel complesso la rete può contare su circa 3400 punti vendita disseminati su oltre 1000 comuni, caratteristica che rende Crai un’insegna presente in tutta Italia. L’azienda, inoltre, sta adeguando i punti vendita di ultra-prossimità con l’insegna Cuor di CRAI a prendo, invece, negozi di grande superficie, CRAI Extra.

Al via la sfida dell’e-commerce di prossimità
Sul fronte e-commerce, il 2018 è l’anno del grande lancio della piattaforma www.craispesaonline.it realizzato con la collaborazione del Politecnico di Milano. “L’e-commerce di prossimità è un nuovo canale per CRAI ma non certo un nuovo modo di relazionarsi al cliente” – sostiene Marco Bordoli, Amministratore Delegato Crai – “Vogliamo portare Crai a innovare sempre di più, senza snaturare la nostra mission di relazione e contatto con il territorio. L’e-commerce Crai di prossimità rappresenta una leva ulteriore che offriamo ai nostri clienti. È una leva strategica, ed a supporto di questo per esempio quest’anno abbiamo assunto 8 giovani specializzati proprio in vendite e progetti online ”.

Concepito nel 2017 e nato a gennaio di quest’anno, il progetto di e-commerce coinvolge in questo momento 41 punti vendita divisi in sei regioni (Calabria, Campania, Friuli Venezia Giulia, Piemonte, Sardegna e Veneto) e l’obiettivo è di arrivare a 250 entro la fine dell’anno. “I dati raccolti ad ora sui punti vendita attivi mostrano che sono soprattutto donne ad usare il servizio craispesaonline e che il 37% dei clienti lo utilizza da mobile e che lo scontrino medio si attesta a 46 euro”.

Crai Spesa Online come marketplace
Una sfida importante quella dell’e-commerce che Crai ha deciso di affrontare anche alla luce delle analisi degli Osservatori di Digital Innovation della School of Management del Politecnico di Milano relative al segmento Food & Grocery che hanno mostrato come nel 2017 questo settore abbia raggiunto il valore di 849 milioni di Euro, il 43% rispetto al 2016.

ECommerceitalia_Valore_2017

Crai ha dovuto adattare il servizio e-commerce al proprio modello di business “caratterizzato dalla prossimità e dalla presenza nei centri storici degli abitati. Si è puntato quindi all’apertura del servizio e-Commerce in modalità multi-store in alcune macroaree di Italia, grazie al supporto di sei CEDIS partecipanti al progetto AMA-NEALCO, IBBA-CRAI TIRRENO, CODE’, PILMARKET, REGINA, NEW FDM”. Niente logiche accentratrici, quindi, ma un servizio creato in ottica marketplace con una logica che dia spazio al “mercato di riferimento e ai suoi prodotti tipici, attenti alla qualità del fresco, dell’ortofrutta e del reparto macelleria/pescheria”.

Crai ha sottolineato come l’e-commerce abbia comportato anche un importante cambiamento organizzativo interno e l’assunzione di competenze specifiche in diversi ruoli. Fondamentale la comunicazione che dovrà “promuovere la conoscenza del brand e i vantaggi dell’acquisto online. La strategia di comunicazione coinvolgerà i territori direttamente coinvolti con affissioni e prevede la programmazione pubblicitaria sulle frequenze delle radio locali; inoltre sui punti vendita presso cui sarà attivo il servizio i clienti potranno conoscere craispesaonline.it grazie a, locandine, flyer totem e roll up prodotti e distribuiti dalla Centrale CRAI”. Non mancherà un media planning digitale: attraverso i social media: “Facebook, Instagram e YouTube, con una programmazione editoriale dedicata alla comunicazione dell’e-commerce e alle attività di digital adv. Il team e-Commerce CRAI è guidato dall’ingegner Rolando Toto-Brocchi, che segue gli sviluppi e le attività con i Direttori dei CEDIS”.

 

[via myfruit]

COMMENTA

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi contrassegnati sono obbligatori *

ARTICOLI CORRELATI

Torna su