GDO News
Nessun commento

Grocery: Due Regioni e due categorie in sofferenza abbassano le medie: quali sono? Nell’articolo le risposte

Ogni mese GDONews riserva ai suoi abbonati una profonda analisi relativa agli andamenti di fatturato della Grande Distribuzione. E’ una guida operativa per chi vuole studiare questo mercato oppure per chi vi opera (come manager della Distribuzione e dell’industria). In questo articolo analizzeremo la quarta parte dei dati del mese di Febbraio 2018, partendo dai grafici già pubblicati da Nielsen.  Per vedere tutti i grafici e leggere tutte le analisi è necessario essere abbonati. Per abbonarsi è sufficiente cliccare qui. 

La scorsa settimana si è visto come il mese di Febbraio, fonte di grandi preoccupazioni durante il suo svolgimento, in verità è stato positivo, ovvero in crescita in quasi tutti gli indicatori a conferma di una risalita della GDO iniziata lo scorso anno e che mai si è arrestata. La macro categoria del grocery, che pesa oltre il 50% di tutto il fatturato, è in forte crescita su molti segmenti. Oggi andiamo a vedere come si è comportato il grocery nei diversi territori del Paese.

L’area 1, territorio che si può descrivere in leggera difficoltà, ha visto in incremento a valore sebbene basso sul 2017 (+0,9%).

***Il grafico/La tabella è visibile solo agli abbonati***

L’area 2 e l’area 3 sono invece il motore della crescita grazie ad incrementi che si possono considerare molto positivi: +4,3% a valore l’area 2 e

GRAFICI, IMMAGINI E ALTRI CONTENUTI SONO RISERVATI AGLI ABBONATI

 
Dati dell'autore:
Ha scritto 810 articoli
Dott. Andrea Meneghini

Analista ed esperto di Grande Distribuzione alimentare.E’ un attento osservatore delle dinamiche evolutive dei format discount e supermercati in Italia ed in Europa. Opera come manager per alcuni gruppi alimentari sullo sviluppo all’estero, soprattutto nord Europa e Medio Oriente. Ha scritto il libro per la catena Lillo Spa “Vent’anni di un successo”.

COMMENTA

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi contrassegnati sono obbligatori *

ARTICOLI CORRELATI

Torna su