GDO News
Nessun commento

Vendite GDO: continua l’effetto delle vendite pasquali

Dal 26 marzo al 1 aprile le vendite della distribuzione moderna hanno messo a segno un poderoso balzo (+15,98%), che ha azzerato le perdite dall’inizio dell’anno (adesso si registra addirittura un piccolo progresso dello 0,16%) ma questo andamento estremamente positivo non deve trarre in inganno. Quest’anno la Pasqua è caduta il 1 aprile (la lettura in oggetto si riferisce dunque alla settimana pasquale), mentre l’anno scorso era stata il 16 dello stesso mese. Già a partire dal prossimo dato, quindi, l’effetto stagionale diventerà negativo, in quando la settimana successiva alla Pasqua (del 2018) si dovrà confrontare con quella che nel 2017 ha preceduto la festività (del 2017).

Oltre ad aver riportare il bilancio del 2018 in territorio positivo, il balzo dell’ultima lettura, che ha visto il Nord-ovest crescere del 9,90%, il Nord-est del 14,10%, il Centro del 18,56% e il Sud del 29,93%, ha consentito alla Gdo anche di interrompere la serie di cali su base mensile: dopo il crollo di gennaio e la modesta perdita di febbraio, marzo ha fatto registrare un progresso del 5,20%.

Dal 1 gennaio tutte le macro-aree sono in rialzo con l’eccezione di quella formata da Piemonte, Valle d’Aosta, Liguria e Lombardia che perde ancora l’1,03%. A guidare la classifica sono invece Abruzzo, Molise, Puglia, Basilicata, Campania, Calabria e Sicilia (+1,67%), le regioni tradizionalmente più forti durante le festività. Emilia Romagna, Veneto, Trentino Alto Adige e Friuli Venezia guadagnano invece lo 0,34% e Toscana, Marche, Umbria, Lazio e Sardegna l’1,02%.

 

[via repubblica]

Tagged with:

COMMENTA

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi contrassegnati sono obbligatori *

ARTICOLI CORRELATI

Torna su