Le vendite della Gdo balzano del 6,84%, ma è l’effetto Pasqua

0

Nel periodo dal 19 al 25 marzo le vendite della Gdo hanno mostrato un brillante andamento (+6,84%), che ha drasticamente ridotto il rosso dal 1 gennaio (ora all’1,17%), ma, come fanno notare gli analisti di Nielsen che effettuano la rilevazione, si tratta di un dato poco significativo. L’effetto della Pasqua sta già iniziando a far sentire i propri effetti: quest’anno, infatti, la festività cade il 1 aprile, mentre nel 2017 è stata a metà mese – il 16 per la precisione. Per avere un quadro più veritiero bisognerà dunque attendere diverse settimane, non solo perché le festività influenzano anche le letture immediatamente successive ma perché poco dopo la Pasqua ci sono anche il 25 aprile e il 1 maggio.

Nei sette giorni in esame è spiccato il balzo del Sud (+18,18%), seguito dal Centro (+9,06%). Il Settentrione si è mosso molto più lentamente: il Nord-est è salito del 6,11%, mentre il Nord-ovest si è dovuto accontentare di un magro +1,89%, visto il contesto generale. Piemonte, Valle d’Aosta, Liguria e Lombardia sono ora il fanalino di coda nella classifica da inizio anno con una perdita dell’1,91%, mentre il rosso delle altre tre macro-aree è sceso sotto il punto percentuale. Abruzzo, Molise, Puglia, Basilicata, Campania, Calabria e Sicilia lasciano per strada lo 0,82% ed Emilia Romagna, Veneto, Trentino Alto Adige e Friuli Venezia lo 0,81%. Toscana, Marche, Umbria, Lazio e Sardegna, infine, continuano a mostrare la migliore performance (-0,52%).

[via repubblica]

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui