GDO News
Nessun commento

Consumi e prezzi giù: a febbraio la distribuzione moderna taglia i prezzi dello 0,2%

Ma che succede ai consumi? Dobbiamo rassegnarci a una ripresa dell’economia senza consumi?
I dati sull’inflazione di febbraio lasciano interdetti. Nessun settore brilla in particolare, e infatti l’indice generale dei prezzi a febbraio segna una crescita minima, lo 0,6%. Nell’aprile del 2017 aveva toccato il picco di +1,9%.

Deflazione nel carrello
Ma quello che colpisce è che la grande distribuzione è tornata a fare deflazione. L’inflazione nel carrello (comprende prodotto alimentari e beni per la cura della casa e della persona) secondo Istat cala dello 0,2% da gennaio a febbraio e dello 0,1% su base annua. Insomma, dopo qualche mese di ossigeno le catene distributive tornano a pigiare sul taglio dei prezzi per invogliare le famiglie ad aprire il portafogli.

Vendite giù
Peraltro il lento scivolamento dei prezzi coincide con il calo delle vendite. Come sottolinea Nielsen, da gennaio e fino al 18 febbraio la distribuzione moderna ha perso il 3,9% dei ricavi. Soltanto in gennaio ha perso 350 milioni di vendite.

E Romolo De Camillis di Nielsen sottolinea che il calo delle vendite della grande distribuzione a inizio 2018 è stato meno pesante per i negozi a più alta intensità promozionale: hanno perso “solo” il -2,7% contro il -6,7% della media di Iper+Super.

 

[via ilsole24ore]

COMMENTA

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi contrassegnati sono obbligatori *

ARTICOLI CORRELATI

Torna su