mercoledì 24 Luglio 2024

Istat: prezzi al consumo +0,1%. A novembre torna l’inflazione

A novembre il tasso di inflazione torna in territorio positivo. L’Istat ha rilevato, nei dati provvisori, un aumento dei prezzi al consumo dello 0,1% su base annua e un calo dello 0,1% su base mensile. «La lieve ripresa dell’inflazione è dovuta soprattutto agli andamenti dei prezzi dei servizi», spiega l’Istat, a partire dai servizi ricreativi, culturali e per la cura della persona (+0,8%) e dai servizi relativi ai trasporti (+1). Incidono poi energia e alimentari. L’inflazione acquisita per il 2016 passa a -0,2% dal -0,1% di ottobre.

La spinta dei carburanti
A novembre sia l’«inflazione di fondo», calcolata al netto degli alimentari non lavorati e dei beni energetici, sia l’inflazione al netto dei beni energetici, segnano un’accelerazione della crescita attestandosi entrambe a +0,4%, da +0,2% di ottobre. In particolare i prezzi dei beni energetici non regolamentati, come i carburanti, contribuiscono al ritorno in territorio positivo dell’inflazione con un aumento dello 0,3% (dopo il -0,9% di ottobre). L’Istat aggiunge che il differenziale inflazionistico tra servizi e beni raddoppia rispetto a ottobre 2016 portandosi a un punto percentuale, con i prezzi dei beni che fanno registrare una flessione pari a -0,4% come quella di ottobre, mentre il tasso di crescita dei prezzi dei servizi sale a +0,6, da +0,1% del mese precedente.

Il rincaro di frutta e verdura
Se l’inflazione a novembre segnala una lieve ripresa, è il carrello della spesa ossia i prezzi dei prodotti acquistati con maggiore frequenza a far registrare gli incrementi più sostenuti. Secondo i dati Istat, sono infatti aumentati dello 0,4% rispetto al mese precedente: ciò è dovuto in particolare all’aumento dei prezzi dei vegetali freschi (+4,9%) e della frutta fresca (+2,8%). Rispetto a ottobre, sono in aumento anche i prezzi del pesce congelato (+0,3%) mentre calano per il pesce fresco (-0,8%). L’aumento dei prezzi del carrello della spesa è dovuto anche ai prezzi energetici. Su base annua, si registra una crescita dello 0,6% (era +0,2% a ottobre).

 

[via corriere]

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui
Captcha verification failed!
CAPTCHA user score failed. Please contact us!

Ultimi Articoli

Unicoop Firenze cede i punti vendita romani a PAC 2000A

0
Unicoop Firenze ha annunciato di aver finalizzato un accordo preliminare per vendere i suoi punti vendita a Roma, operanti sotto il marchio Doc*Roma. La...

iN’s Mercato rafforza la sua presenza in Lombardia e Liguria con...

0
Con l'obiettivo di rafforzare la propria presenza nel nord Italia, iN's Mercato, catena discount con sede a Venezia e operante in 12 regioni con...

Unes avanza nel rebranding: nuove ristrutturazioni a Torino, Treviglio e Gavirate

0
La catena di grande distribuzione Unes continua il suo percorso di rebranding, avviato lo scorso novembre, trasformando tutti i suoi negozi sotto la nuova...

Nova Coop apre ad Ivrea un nuovo superstore

0
Da giovedì 18 luglio, la città di Ivrea, in provincia di Torino, accoglierà l'apertura di un nuovo superstore realizzato da Nova Coop. Situato in...

MD arriva a quota 186 negozi in Lombardia con il nuovo...

0
Il primo punto vendita MD a Lissone ha aperto le sue porte con un simbolico taglio del nastro al femminile, eseguito dalla Store Manager....