“Falce e Carrello” torna in libreria: la storia infinita continua

0

”Falce e carrello” tornerà sugli scaffali. Il libro pubblicato nel 2007 da Bernardo Caprotti che era stato ritirato a settembre 2011 dopo una sentenza per concorrenza sleale con la Coop. La Corte di Appello di Milano ora ha sospeso la sentenza di primo grado, ritenuta di censura, e stabilito che il libro può tornare sul mercato. Ricordiamo che Coop aveva denunciato Caprotti perché riteneva che i contenuti del libro fossero diffamatori. Nei mesi passati si è parlato di censura e rogo per il libro “scomodo” di Caprotti e di “sentenza sovietica o fascista”. Il giudice Giuseppe Patrone, della Corte d’Appello, ha invertito la sentenza di primo grado poiché “provvedimento cui non sembra agevole, per l’attualità degli effetti, negare una sostanziale valenza di sequestro e censura”.
Alla prossima puntata…

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui