Sisa premiata a Roma in occasione del decennale di Confimprese

    2

    Presso l’Open Colonna Palazzo delle Esposizioni di Roma, si è svolto la scorsa settimana il Gala Dinner per i 10 anni di Confimprese in occasione del quale Sisa Spa si è distinta nella categoria ”innovazione”, aggiudicandosi un prestigioso riconoscimento. Nel corso della serata, di fronte a un numerosissimo parterre di protagonisti d’eccellenza tra industria, retailers e stampa, il presidente Mario Resca ha aperto l’evento confrontandosi con il giornalista Bruno Vespa, sullo stato di salute del retail in Italia.Tra le tematiche dibattute, la necessità inderogabile di una burocrazia sempre più snella e agile, senza la quale le imprese non possono crescere e fare business.Terminato il breve tête à tête tra il presidente di Confimprese e il noto anchorman, sono seguiti i Confimprese Awards alle aziende che si sono contraddistinte in questo decennio per:

    • innovazione

    • ecosostenibilità

    • brand awareness nel mondo

    • migliori risultati economici

    • sviluppo della rete distributiva

    Innovazione intesa come cambiamento e quindi progresso: un’apposita Commissione interna ha giudicato, sulla base di criteri oggettivi, Sisa tra le case history più performanti nel tema dell’innovazione. L’insegna bolognese, infatti, è stata a partire dai primi anni novanta, la catena italiana che ha dettato le regole per un cambiamento di rotta della DO, lavorando sulla concentrazione dei soci, assistita da sistemi logistici e informatici di primissimo livello e affiancata da un management di sicuro affidamento e fedeltà. Un modello che è stato oggetto di studio e approfondimenti anche in ambito universitario, nonché di indirizzo per le altre insegne.

    Ultima performance ma non meno importante, la scelta di utilizzare etichette elettroniche anche nel settore ortofrutta; per legge, infatti, queste debbono contenere informazioni e colori diversi da quelle tradizionalmente utilizzate per la sala e quindi più complesse da gestire.Ma questo è solo uno degli esempi dell’assistenza informatica e logistica fornita dal sistema interno che si sviluppa anche attraverso la produzione di prodotti di nuova concezione volta a rispondere ai trend consumistici attuali.Una tendenza, quella dell’innovazione in Sisa, dimostrata e premiata anche in occasione della fiera Marca 2009 con il Primo Premio MARCA all’Innovazione della marca commerciale per “Lo Spuntino”, una linea di piatti pronti realizzata in collaborazione con Furlotti, leader nel settore insaccati.Una costante che nel tempo ha caratterizzato l’insegna sempre alla ricerca di operazioni che favoriscano l’innovazione, il risparmio nei confronti del consumatore e una maggior ottimizzazione del dialogo con il mercato.

    Dott. Andrea Meneghini
    Analista ed esperto di Grande Distribuzione alimentare. E’ un attento osservatore delle dinamiche evolutive dei diversi format in Italia ed in Europa. Collabora con alcuni Gruppi della GDO italiana nelle aree di crisis communication management e news management. Affianca la Direzione Generale di alcuni Gruppi della GDO nella gestione delle strategie aziendali. Collabora anche con aziende del Mass Market Retail all'estero come assistant manager sull'italian food. Si può contattare scrivendo a meneghini@gdonews.it

    2 Commenti

    1. Egr. Sigg.,
      in questi ultimi mesi, alcuni pdv Sisa in Sardegna hanno aderito al progetto MrPet che consiste nel posizionare un compattatore (nel parcheggio del pdv)che raccoglie bottiglie in PET.
      Ecosostenibilità e fidelizzazione ambientale del cliente sono alla base del progetto che si articola anche con la produzione di cestelli, porta cestelli, cestelli con ruote e carrelli per la spesa interamente realizzati in PET riciclato.
      L’attenzione allìambiente è particolarmente sentito in questa struttura, come anche in Unes.

    2. Attenzione che all’ambiante appartiene anche la razza umana che lavora all’interno della catena. E a questa , non mi risulta che la sede sisa dedichi tanta ” sensibilità “.
      Quindi meno parole e più fatti!

    Rispondi a Raul Cancella la risposta

    Per favore inserisci il tuo commento!
    Per favore inserisci il tuo nome qui