GDO News
Nessun commento

La Nutella cambia ricetta: latte scremato in polvere al posto del siero

nutella

Consumatori affezionati di tutto il mondo potete stare tranquilli: la Nutella non cambia, semmai c’è più latte scremato in polvere al posto del siero. Insomma più qualità e gusto invariato. Il timore di una modifica sostanziale alla ricetta della Nutella ha attraversato il web e gli Oceani mettendo in apprensione gli appassionati della crema alla nocciola più famosa del mondo Ma Ferrero ha subito chiarito che non c’è da preoccuparsi. «Possiamo rassicurare tutti i fan di Nutella che la sua ricetta, unica e deliziosa, rimane quella che conoscono e amano, con gli stessi criteri di alta qualità. In Italia, il contenuto di nocciole, cacao, zucchero rimane invariato.

Ad agosto ci siamo limitati – spiegano fonti del gruppo – a sostituire il siero di latte con una quantità equivalente di latte scremato in polvere (2,1 grammi ogni cento)». La percentuale passa così dal 6,6% al 8,7%. Non uno stravolgimento dunque, come temuto da milioni di appassionati consumatori.

«Questo ci permette di accrescere la qualità complessiva del latte contenuto in Nutella, garantendo una miglior permanenza nel tempo del nostro gusto unico e inconfondibile – aggiungono dalla Ferrero -. Produciamo Nutella con la stessa cura in tutto il mondo. E ci assicuriamo che i nostri consumatori siano completamente soddisfatti dall’esperienza unica fornita da Nutella, attraverso frequenti e solidi test di gusto. La nostra ricetta contiene sette semplici ingredienti, senza coloranti e conservanti. Il recente fine-tuning ha quindi generato solo cambiamenti marginali».

La Nutella è stata inventata da Michele Ferrero, nel 1964. I sette ingredienti storici sono: zucchero, olio di palma, nocciole (13%), latte scremato in polvere (8,7%) cacao magro (7,4%) e gli emulsionanti lecitine (soia), vanillina. Il prodotto è senza glutine.

 

 

[via ilsole24ore]

COMMENTA

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi contrassegnati sono obbligatori *

ARTICOLI CORRELATI

Torna su