GDO News
3 Commenti

Penny Market acquisisce sette negozi Tuodì in Liguria

penny

Penny Market punta sulla Liguria rafforzando la propria presenza in Nord Italia con l’acquisizione di sette negozi dalla società Dico SpA ad insegna Tuodì. Si avvia alla conclusione, quanto meno in Liguria, la vicenda dei supermercati dalla società Dico SpA, la catena discount di proprietà della famiglia Faranda in crisi da mesi e i cui dipendenti a settembre avevano ottenuto la Cassa integrazione.

I negozi acquisiti sono ubicati a Arcola, Borghetto Santo Spirito, Casarza Ligure, Finale Ligure, Genova Pegli, Imperia e Sanremo. Saranno sottoposti a un remodelling per essere adeguati al concept Ambiente 3.0 di Penny, un negozio completamente ripensato ponendo il cliente al centro, attraverso studi di Shopper Marketing relativi al percorso dei consumatori nei negozi e alle logiche decisionali applicate davanti allo scaffale, con ampio spazio ai freschi (con frutta di stagione 100% Italiana e di prima categoria) garantendo sempre il miglior prezzo, lettura semplificata dello scaffale e delle promozioni e buon livello di servizio offerto al cliente. Un’attenzione particolare, all’interno di questo progetto di ammodernamento, è riservata all’illuminazione che, oltre a prevedere la sostituzione di tutte le lampade con apparecchi a basso consumo, viene adattata alla struttura del punto vendita e modificata a seconda delle aree e delle categorie merceologiche, in modo da renderle immediatamente riconoscibili anche dal punto di vista dell’illuminazione.

«Abbiamo colto questa opportunità perché questi punti vendita si inseriscono pienamente nella strategia di sviluppo della rete di Penny Market, presidiando un’area ad alto potenziale come quella ligure – ha dichiarato l’amministratore delegato di Penny Market Italia Roberto Fagnani -. Inoltre, contiamo sull’elevato standard innovativo del modello Ambiente 3.0 per fornire ai consumatori un’inedita esperienza di acquisto».

I negozi apriranno martedì 10 ottobre (Casarza (GE), Corso Gramsci 6, Genova Pegli (GE), Via Piandilucco 2, Finale Ligure (SV), Corso Europa, Arcola (SP), Via della Repubblica Loc. Ponte di Arcola) e giovedì 12 ottobre: (Borghetto S. Spirito (SV), via Verdi 7-9-11/R, Sanremo (IM), via Bixio 37 e Imperia, via Tommaso Littardi).

I nuovi punti vendita ospiteranno un vasto assortimento dedicato ai prodotti tipici regionali forniti da aziende strettamente integrate nel territorio, in particolare per le categorie Freschissimi Salumi e Formaggi, Pane Fresco e Vini e, come tutti i punti vendita Penny Market, avranno in assortimento circa 60 prodotti a marchio privato CUOR DI TERRA con le migliori tipicità dei prodotti italiani. All’interno di alcuni dei sette punti vendita, sarà inoltre presente la Macelleria, dove i clienti potranno apprezzare il meglio dei prodotti regionali disponibili e un banco Gastronomia dove trovare sfiziose specialità ogni giorno.

3 COMMENTI
  1. eugenio morlacchi

    Strano pensare che i più accreditati competitor, nell’area ligure, non abbiano tentato una reazione o almeno tentato di giocare d’anticipo; ne deduco che i punti vendita non sono particolarmente strategici.

    1. Dott. Andrea Meneghini

      Buonasera Dott. Morlacchi,
      in tutta franchezza non conosco nel dettaglio le ubicazioni, però dico la mia conoscendo bene il territorio: Tuodì aveva soprattutto nell’area del levante delle interessanti ubicazioni, gli ex Dico qui, tempo fa, erano delle “macchine da guerra”. Penny Market (ex Plus-Tengelmann) nel territorio, soprattutto nello spezzino è tutt’ora molto performante. Di certo si parlerà di locations con metrature intorno ai 500 mq. Il mio timore è che la ricerca spasmodica del format faccia perdere di vista delle occasioni: Eurospin e Lidl oramai chiudono gli occhi agli immobili non rispondenti agli stereotipi che hanno costruito. MD Spa, forse, non è arrivata in tempo. Sorprende molto che Ekom non li abbia presi, questo potrebbe far pensare a ciò che Lei afferma. Approfitto per salutarla. Andrea Meneghini

  2. GuRu 1971

    La ricerca spasmodica del format è uno dei punti di forza della strategia di sviluppo immobiliare e commerciale dei Discount leader.
    La continua crescita ed il consolidamento del loro ruolo di leader giustifica pienamente il perseverare in questa strategia.
    Senza considerare tutti i costi aggiuntivi e le difficoltà di controllo che porterebbe oggi, nel 2017/2018, un’acquisizione al di fuori degli schemi previsti dallo “spiegel” tedesco.
    Un cordiale saluto

Rispondi a GuRu 1971 Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi contrassegnati sono obbligatori *

ARTICOLI CORRELATI

Torna su