GDO News
Nessun commento

Shopping online: italiani “felici”, ma a disagio sui resi

ecommerce

Lo rivela un’indagine commissionata dal portale di e-commerce Zalando. 6 intervistati su 10 dichiarano di essersi sentiti a disagio o in colpa, almeno qualche volta, nel dover restituire un prodotto
Shopping online: italiani “felici”, ma a disagio sui resi Sono consumatori esigenti, attenti, guardano le etichette e prima di comprare si confrontano con parenti e amici. Ma quando si dedicano allo shopping online sono restii a restituire al venditore un acquisto che non li soddisfa. Una curiosità che emerge da un’indagine commissionata dal portale di e-commerce Zalando, che ha coinvolto un campione di 1.000 consumatori.

Secondo lo studio è soprattutto l’emotività a influire su questo comportamento. Quasi 6 intervistati su 10 dichiarano di essersi sentiti a disagio o in colpa, almeno qualche volta, nel dover restituire un prodotto. E circa 2 su 10 hanno risposto di sentirsi sempre a disagio o in colpa quando si trovano in situazioni del genere. Anche il fattore pigrizia non è secondario: quasi il 50% del campione ha affermato di non aver reso qualche articolo perché non aveva voglia o tempo di restituirlo.

Non è questa la sola novità emersa dall’indagine di Zalando. Da una parte, il sondaggio conferma infatti trend già noti (non è più la tv, bensì sono social network e siti web i media da cui, nella metà dei casi, si trae ispirazione per fare acquisti). Dall’altra mette, invece, in luce le nuove abitudini degli amanti dell’e-commerce.

Il 93% dei consumatori, per esempio, fa ormai acquisti anche per conto di amici e parenti meno pratici con siti e carte di credito, e il 72% afferma di avere “iniziato” altri a questa pratica. Quanto alle modalità di acquisto, 7 consumatori su 10 (il 73%), hanno bisogno di riflettere qualche giorno prima di effettuare un acquisto, e solo il 30% degli uomini decide e conclude l’operazione in pochi minuti, così il 24% delle donne.

È la casa, preferibilmente, il luogo prescelto per lo shopping via web. Il 64% compra da qui, e lo fa soprattutto quando è di buon umore (lo dichiara il 54% degli intervistati). Quando, invece, sono nei negozi tradizionali, i consumatori hanno preso la consuetudine di usare lo smartphone per una ricognizione negli shop online. Ben 6 italiani su 10 affermano di utilizzare il telefono per effettuare veloci ricerche, cosìda confrontare i prezzi dei prodotti tra retailer e e-commerce store, sia per cercare informazioni di altro tipo.

Infine, anche sulla rete le offerte speciali esercitano il loro fascino irresistibile. Quasi la metà degli italiani è disposta a modificare un impegno di studio o lavoro, o persino a svegliarsi di notte pur di approfittare di una promozione.

 

[via repubblica]

COMMENTA

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi contrassegnati sono obbligatori *

ARTICOLI CORRELATI

Torna su