GDO News
Nessun commento

Coop Alleanza 3.0 e Carburanti 3.0: stazioni di servizio a marchio Coop. Crescono le presenza sul territorio

Coop_Carburanti_Senigallia-

Ha inaugurato qualche giorno fa a Senigallia (An) il distributore di carburante a marchio Coop che si trova sulla Strada Statale 16 Adriatica Nord, a lato del centro commerciale “Il Maestrale” in direzione Senigallia.

E’ la 21° stazione di servizio a marchio Coop e nella Regione Marche la nuova stazione di servizio di Senigallia si aggiunge a quella di San Benedetto del Tronto (AP). Al taglio del nastro erano  presenti il direttore generale di Carburanti 3.0 Stefano Dalla Casa, il consigliere di Amministrazione di Coop Alleanza 3.0 Antonello Delle Noci e in rappresentanza dei soci Coop, il presidente di Zona Luigi Giampaoletti.

E’ un moderno impianto ampio circa 600 metri quadri, eroga benzina, diesel e gpl e metano a prezzi particolarmente convenienti e con orari comodi e prolungati in modalità self service su Diesel e Benzina. La stazione di carburanti a marchio Coop è dotata complessivamente di 14 postazioni di rifornimento: 6 erogatori diesel-benzina sempre aperti, e poi altri 4 erogatori di gpl e 4 di metano serviti da addetti dal lunedì al sabato dalle 7 alle 20 e domenica dalle 9 alle 20.

Il distributore impiega 4 lavoratori, gli automobilisti potranno pagare in contanti, con il bancomat e con carte di credito dotate di microchip e pin. Sono inoltre disponibili carte carburante per aziende e liberi professionisti.

da_sx_ Stefano Dalla Casa_Luigi_Giampaoletti_Antonello_Delle_Noci

In un comunicato stampa Coop Allenza 3.0, assieme a Carburanti 3.0 hanno spiegato che dal 1° al 20 luglio chi diventa socio di Coop Alleanza 3.0 all’ipercoop “Il Maestrale” e alla Coop di viale dei Gerani riceverà, a fronte del versamento della quota sociale, un buono di 10 euro, valido fino al 31 luglio, da spendere al nuovo distributore.

Carburanti 3.0 è una società controllata da Coop Alleanza 3.0 – la più grande cooperativa di consumatori in Italia, nata il 1° gennaio 2016 dalla fusione di Coop Adriatica, Coop Consumatori Nordest e Coop Estense – ed è attiva nella gestione di stazioni di carburanti a marchio Coop, presenti nei territori in cui opera la Cooperativa. Carburanti 3.0 gestisce oggi una rete di 21 impianti – distribuiti in Veneto, Emilia-Romagna, Marche e Puglia – che, nel solo 2016, ha erogato 270 milioni di litri di carburanti, per circa 300 milioni di euro di vendite.

Quello dei carburanti è un ottimo Business per Coop Alleanza 3.0, e la società Carburanti 3.0, ad essa dedicata, ne è una prova. Il tema della liberalizzazione dei Carburanti in Italia, purtroppo, è sempre stato oggetto di protezionismo da parte dei grandi players del settore, e questo ha, di fatto, limitato il raggio d’azione delle catene Retail, in altri Paesi molto attive nel settore.

Coop_Carburanti_Senigallia-3

Eppure è un business redditizio: il carburante viene spesso acquistato da società unbranded (o quasi) ad un prezzo molto conveniente. Il vero costo è rappresentato dal progetto della Stazione di Servizio che, se i volumi sono ingenti, può essere ammortizzato in pochi anni. Sino ad oggi le aperture sono sempre state compiute in prossimità dei Centri Commerciali limitrofi, sempre svolgendo attività di co-marketing con le strutture Retail del Food. Questa logica, oltre a Coop, appartiene a tutti i players che si sono cimentati in questo settore.

In verità la logica di questo business, e che probabilmente Carburanti 3.0 vorrà affrontare, è quella di una crescita indipendente dalle strutture di vendita, magari continuando ad operare con attività di co-marketing.

Le stazioni di servizio sono un vero e proprio business per chiunque: all’interno di esse spesso sono presenti piccoli market che possono avere orari ed assortimenti particolari. Sarebbe interessante per i Retailers cambiare vocazione ai carburanti e trovare dei punti di contatto con il core business principale: il food. Perchè non vengono aperti punti di vendita di prossimità (con un assortimento dedicato ai viaggiatori oppure ai turisti) con i prodotti in Private Label della catena? Un business così importante meriterebbe più luce e meno ombre.

 

 

Tagged with:

COMMENTA

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi contrassegnati sono obbligatori *

ARTICOLI CORRELATI

Torna su