GDO News
Nessun commento

CIA- CONAD, bilancio 2016: vendite in crescita a 1,45 miliardi di euro

conad

Risultati positivi per il 2016 di Commercianti Indipendenti Associati: in crescita le vendite alle casse dei negozi, a quota 1,45 miliardi di euro (+3,5% sul 2015) e quelle dalla Cooperativa ai soci, pari a 1 miliardo e 23 milioni di euro (+1%). Il patrimonio netto si consolida a 650 milioni di euro, mentre il valore aggiunto generato ha superato i 91 milioni di euro, incluse imposte e tasse (oltre 9 milioni di euro). Nell’anno concluso sono stati investiti circa 41 milioni per attività di consolidamento e sviluppo della rete e dell’azienda. Il presidente Maurizio Pelliconi e l’amministratore delegato Luca Panzavolta presenteranno i dati di bilancio giovedì 18 maggio alle 15 alla Fiera di Forlì nel corso dell’assemblea dei soci. È prevista la presenza tra gli altri del Sindaco di Forlì Davide Drei, del presidente della Regione Emilia-Romagna Stefano Bonaccini e dell’amministratore delegato di Conad Francesco Pugliese.

I dati 2016 e le nuove aperture 2017

Commercianti Indipendenti Associati – una delle sette cooperative di dettaglianti del Consorzio Nazionale Conad – operava al 31 dicembre 2016 con 229 negozi articolati in quattro canali: Iper (3), Superstore (32), Conad (63) e City (131). La maggior parte dei punti vendita è in Romagna e San Marino (142), seguita da Marche (39), Veneto (26) e Friuli Venezia Giulia (22). Nel proprio territorio CIA-Conad ha una presenza di mercato del 12,4% (fonte: Nielsen). La base sociale a dicembre 2016 era di 165 società, con 535 soci persone fisiche. Sono 6.500 complessivamente i lavoratori, tra cooperativa, società e negozi della rete, con una ampia prevalenza di occupazione femminile e l’utilizzo largamente maggioritario di contratti a tempo indeterminato. Da segnalare, tra le aperture del 2016, un Conad a Savignano (FC) e i superstore a Pesaro, in via del Novecento, e a Padova, in via Bronzetti. Prosegue il piano di sviluppo 2017-19 con investimenti per oltre 250 milioni di euro: previste una ventina di nuove aperture oltre a ristrutturazioni totali e parziali. Già svelati il Superstore Cava a Forli (14 febbraio) e il primo Conad a Osimo, in provincia di Ancona (27 aprile).

“Avvertiamo da inizio anno qualche timido segnale di ripresa nella capacità di spesa delle famiglie, ma il clima resta ancora di contrazione e generalizzata difficoltà economica”, spiega l’amministratore delegato Luca Panzavolta. “In un Paese in cui il ceto medio è sempre più penalizzato, cerchiamo di difendere il potere di acquisto con iniziative continue e mirate per mantenere bassi i prezzi dei prodotti di più largo consumo. Allo stesso tempo vogliamo rendere accessibili quelle fasce per cui c’è richiesta, in particolare i prodotti biologici e salutistici. I nostri assortimenti si sono arricchiti in tal senso, anche con la linea di prodotti a marchio ‘Verso natura’ che offre una ampia scelta di prodotti bio, per vegani e vegetariani, equo solidali e dal basso impatto ambientale. Il 2016 è stato un anno di consolidamento della Cooperativa”, continua Panzavolta. “Abbiamo investito quasi 41 milioni nei punti vendita per interventi di ristrutturazioni totali e parziali. È inoltre proseguito in tempi rapidi l’affidamento ai soci dei punti vendita di più recente acquisizione”.

CONAD CARD e iniziative sulla sanità

Nel corso del 2016 le Carta Insieme più Conad Card utilizzate dai clienti erano 133.761 nel territorio di riferimento della Cooperativa (269.660 a livello nazionale) per un totale di 371 milioni di euro di spese. Tra i nuovi vantaggi per i possessori, va segnalata l’iniziativa “Sanità più veloce e meno cara”, che consente esami diagnostici, visite mediche e altri servizi sanitari con un’attesa di massimo 7 giorni lavorativi e l’applicazione di tariffe agevolate, grazie a una convenzione con nove strutture sanitarie private di eccellenza della Romagna, alle quali se ne sono aggiunte altre quattro negli ultimi mesi.

Due milioni per iniziative di responsabilità sociale

La Cooperativa e la rete dei negozi associati hanno confermato l’impegno a sostegno dei propri territori, con liberalità e sponsorizzazioni per un valore complessivo di circa 2 milioni, verso società sportive, enti di solidarietà, realtà in campo culturale. Da segnalare, oltre al progetto “I menù della salute a tavola” svolto con IOR e l’inaugurazione della biobanca dell’Irst di Meldola, anche la collaborazione con il CRO – Istituto nazionale tumori di Aviano (progetto “Salute con gusto”, su prevenzione primaria e corretti stili di vita) e la donazione di un apparecchio per la cura dei piccoli pazienti all’Ospedale Burlo Garofolo di Trieste. Lo sport si conferma settore di grande attenzione da parte del mondo Conad: non è mancato il sostegno alle realtà sportive professionistiche e giovanili, dal rugby al basket al volley (Ruggers Tarvisium, Romagna Rugby Football, Pesaro Rugby, Pallacanestro 2.015 Forlì, Rimini Crabs Basket, Volley Robur Costa e Volley Forlì). I negozi della rete hanno contribuito alla raccolta dei fondi per le popolazioni colpite dal terremoto che a livello nazionale ha consentito a Conad di destinare 2,3 milioni di euro.

Tagged with:

COMMENTA

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi contrassegnati sono obbligatori *

ARTICOLI CORRELATI

Torna su