GDO News
Nessun commento

Cresce il consumo di frutta e verdura, bene il biologico

ortofrutta

Frutta e verdura da sempre rappresentano un elemento rilevante nella dieta delle famiglie italiane. Nel 2016 i consumi di frutta e ortaggi freschi sono cresciuti a volume del +2,2% rispetto al 2015 (oltre 9 milioni di tonnellate vendute in tutti i canali, 152 kg pro capite consumati), un segnale incoraggiante rispetto ai trend negativi registrati negli ultimi anni.

Queste sono alcuni dati dell’analisi di Nomisma predisposta in occasione di Macfrut Bio – sezione speciale della fiera internazionale dell’ortofrutta dedicata per la prima volta alla produzione naturale – con il patrocinio di CCPB, ente di certificazione e controllo di prodotti biologici – per il Workshop “Il mercato dell’ortofrutta biologica in Italia e Germania”. Anche la Germania, nonostante non goda della stessa tradizione alimentare e non abbia la forte vocazione produttiva dell’Italia, ha visto crescere i consumi nell’ultimo anno (+1,3% e quasi 9 milioni di tonnellate di vendite, corrispondenti a 107 kg pro-capite).

All’interno del paniere ortofrutticolo, l’ortofrutta biologica ha un grande successo ed è sempre di più apprezzata dai consumatori. I dati Nielsen indicano che in Italia le vendite di ortofrutta bio a peso imposto (mese terminante marzo 2017) hanno raggiunto 147 milioni di euro nella sola Grande distribuzione organizzata, segnando un balzo del +28% rispetto all’anno precedente, a fronte di un +9% delle vendite di ortofrutta in generale. L’ortofrutta fresca bio ha da sempre un ruolo determinante nelle vendite di prodotti biologici (pesa per l’11% sulle vendite bio nella GDO) e ha ulteriori potenzialità di mercato (le vendite bio pesano per il 4,4% sul totale delle vendite di ortofrutta), viste il crescente interesse del consumatore.

 

[via repubblica]

COMMENTA

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi contrassegnati sono obbligatori *

ARTICOLI CORRELATI

Torna su