GDO News
Per pubblicità chiama lo 02/006.444.15 o scrivi a clienti@gdonews.it
Nessun commento

Vendita delle uova di Pasqua: una su quattro è della Ferrero

uova-pasqua

Kinder copre il 34 per cento del mercato. Fra le ragioni del successo anche le sorprese con i personaggi più amati dai bambini

Da 28 anni i bambini le scartano curiosissimi ogni Pasqua, con in bocca un inconfondibile pezzo di cioccolata bicolore «più latte e meno cacao», per scoprire quale sarà il gioco che troveranno all’interno. Una scena che si ripeterà anche fra pochi giorni, a Pasqua, in moltissime case: basti pensare che le uova firmate Kinder Gran Sorpresa prodotte ad Alba lo scorso anno sono state 11 milioni.

NESSUNA PREVISIONE
Un mercato, quello delle uova pasquali, che oggi in Italia vale 237 milioni di euro e di cui le celebri uova Ferrero nate nel 1989 rappresentano il 34% per un valore di 81 milioni: in pezzi, significa che un uovo su 4 aperto a Pasqua è Kinder Gran Sorpresa (Fonte dati Iri, Canale Moderno). Il colosso dolciario albese, però, non si sbilancia sulle previsioni per quest’anno «perché il mercato si decide tutto negli ultimi giorni di vendita».
A fare la fortuna delle colorate uova Kinder, l’idea di associarle ai beniamini del momento. Quest’anno ad esempio, in esclusiva solo per Kinder Gran Sorpresa, ci saranno i personaggi Disney, Frozen per le femminucce e Star Wars per i maschietti. Per i più grandi, invece, una linea tutta color oro con le specialità pasquali Ferrero Rocher.

«CACCIA» NEI GRANDI STORE
E se il mercato delle uova è quasi tutto italiano, Kinder ha voluto portare nello Stivale una tradizione che arriva dagli Usa e dal Nord Europa: la «Caccia alle uova», una caccia al tesoro in cui i più piccoli devono scovare piccole uova nascoste con l’aiuto di alcuni indizi. Lo scorso anno il 20% delle famiglie italiane ne ha organizzata una, tra queste il 15% lo ha fatto utilizzando i prodotti Kinder (Fonte Diario Gfk – Pasqua 2016).

[via la stampa]

COMMENTA

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi contrassegnati sono obbligatori *

ARTICOLI CORRELATI

Torna su