GDO News
Per pubblicità chiama lo 02/006.444.15 o scrivi a clienti@gdonews.it

Dati di mercato Dicembre 2016: i discount corrono

VENDITE-MENSILI1

Ogni mese GDONews riserva ai suoi abbonati una profonda analisi relativa agli andamenti di fatturato della Grande Distribuzione. E’ una guida operativa per chi vuole studiare questo mercato oppure per chi vi opera (come manager della Distribuzione e dell’industria). L’analisi presenta i grafici dei dati ufficiali pubblicati da Nielsen relativi all’andamento del mercato nel mese di dicembre 2016. In questa terza parte proseguiremo l’analisi del Grocery con l’andamento dei comparti merceologici per format, area geografica ed a totale.

Il trend del totale grocery per canali a rete corrente

A dicembre il Grocery Italia riesce a confermare il già buono +1,7% a valore visto a novembre. Sul fronte dei volumi c’è un leggero calo ma sempre su valori ampiamente positivi (+1,8%). Di conseguenza, il dato di progressivo migliora di un decimo sia a valore (+0,8%) che a volume (+1,5%). Rimanendo nella parte cumulata del 2016, si vede come la crescita a valore venga portata avanti da più attori: I+S 400-4499 (Iper + Super), Specialisti Drug, Canale Tradizionale e Discount; per contro, la parte di volumi deve la propria crescita quasi esclusivamente ai Discount e agli Specialisti Drug.

Tornando a parlare di risultati mensili, abbiamo già visto come i Grandi Iper, dopo i buoni dati di ottobre e novembre, abbiano chiuso in negativo il mese di dicembre al -2,1% a valore e -2,5% a volume, portandosi alla chiusura dell’anno al -1,9% a valore e -1,8% a volume.

Gli I+S 400-4499 continuano a migliorare la crescita e segnano un +2,6% a valore e un +2,0% a volume. Con questa serie di risultati positivi l’anno viene chiuso al +1% sia a valore che a volume.

Il canale Discount, con un potente +9,2% a valore e +9,7% a volume, chiude l’anno al +7,1% a valore e +8,9% a volume consolidando la propria quota sul Totale Grocery al 12,7%. Poiché il Libero Servizio ha chiuso l’anno molto male (-5,1% a valore e -5,2% a volume su dicembre), la differenza di quota sull’anno tra questi due canali chiude a 1,5pp a favore dei Discount. In particolare, il Libero Servizio conclude il 2016 al -3,9% a valore e al -3,4% a volume.

Gli Specialisti Drug, dopo l’altalena tra ottobre e novembre, segnano un mediano +1,6% a valore ed un +2,4% a volume. Questo dato consolida il 2016 in un +2,6% a valore ed un +3% a volume.

Il canale Tradizionale chiude l’anno in positivo anche se con un trend in calo rispetto sia a novembre che ottobre. Il dato puntuale vede +1,1% a valore e +1,5% a volume con un progressivo che si consolida al +1,5% a valore (in calo) e +1,3% a volume (stabile).

 

 

Il trend del totale grocery per la Distribuzione Moderna a rete corrente

Dicembre porta risultati in positivo anche se in calo rispetto a novembre (+0,6% a valore e +0,1% a volume). Tale situazione nasce dalle performance molto negative del Libero Servizio (-5,1% a valore) e dei Grandi Iper (-2,1% a valore).
Solo gli I+S 400-4499 segnano il positivo che fa chiudere il mese con il segno più.
Sul totale anno il risultato sfiora la parità, sia a valore (-0,3%) che a volume (-0,2%), sempre solo grazie al peso degli I+S 400-4499.

 

 

 

La tabella sotto mostra chiaramente come il trend di crescita sia stato condiviso tra le tre componenti (I, S, LS) fino ad ottobre per poi divergere pesantemente sul finale d’anno.

 

 

I trend dei format a rete corrente

I format si comportano tutti molto bene a dicembre con la sola eccezione, già vista e commentata, dei Grandi Iper.

L’unica nota degna di segnalazione nel mese è che il format 1500-2499 segna la migliore performance sia a valore (+3,6%) che a volume (+3,3%). L’altro format molto performante è stato quello 800-1499 con un ottimo +2,8% a valore e +2,2% a volume.

Solo terzo nel mese è il format 2500-4499 più che altro rallentato dai volumi (+1,3%) mentre a valore segna comunque un buon +2,2%.

Anche i piccoli Super 400-799 chiudono bene dicembre con un +1,6% a valore e a volume.

Nel progressivo, il format 2500-4499 rimane solidamente in testa con un +2,1% a valore e +1,8% a volume seguito dal format 1500-2499 al +1,7% a valore e +1,8% a volume.

Chiude in negativo l’anno il format dei piccoli Super 400-799 (-1,2% a valore).

GRAFICI, IMMAGINI E ALTRI CONTENUTI SONO RISERVATI AGLI ABBONATI

 
Tagged with:
Dati dell'autore:
Ha scritto 59 articoli
Federico Cimini

Da 20 anni nel mondo della Distribuzione, prima come manager con il leader mondiale del Cash&Carry poi come Direttore Marketing nei canali Supermercati, Iperstore e Ipermercati. E’ esperto in category management ed attualmente è Consulente direzionale, in particolare segue la progettazione e realizzazione di piani marketing e vendite, soprattutto start up, turnaround aziendali e lanci di nuovi prodotti e servizi. Inoltre è formatore nell’area Store Management e Comunicazione per primarie società della GD italiana. Chi volesse comunicare con lui può scrivere a cimini@gdonews.it

ARTICOLI CORRELATI

Torna su