GDO News
Per pubblicità chiama lo 02/006.444.15 o scrivi a clienti@gdonews.it
Nessun commento

Succhi di Frutta: una categoria che è destinata a decrescere. Ma la GDO italiana si può salvare

B1091709003

Questo articolo è uno studio accurato delle tendenze dei consumatori europei ed italiani, con grafici, dati e studi aggiornati a Maggio del 2016. I dati di mercato della GDO indicati nei grafici sono aggiornati al Giugno 2016. L'articolo, nella sua interezzza e nella visione dei grafici è disponibile per i soli abbonati a GDONews.

A detta di molti addetti ai lavori il mercato dei succhi di frutta è probabilmente uno dei mercati più complessi nel mondo del beverage.

Intanto perché è uno di quei segmenti che risentono in maniera decisa i cambiamenti climatici, pertanto se la stagione estiva ha una larga durata con temperature alte la vendita è sostenuta, altrimenti il calo è assicurato. Questa caratteristica accomuna diversi mercati, primo fra tutti quello dei gelati, ed in effetti le complicazioni del mercato dei succhi sono molto più profonde.

Una delle complessità è il fatto che il mercato HoReCa pesa quanto il mercato GDO, quindi un mercato che per arrivare al consumatore passa molto dal B2B.

In generale il mercato frutta è in contrazione anche perché quando si parla di succhi di frutta il consumatore fa ancora una certa fatica a orientarsi.

La contrazione, come si evince dal grafico è generalizzata in tutti i Paesi Europei, dove i Paesi più in difficoltà sono UK, Italia ed Austria. In netta controtendenza la Polonia e la Turchia.

La contrazione è generalizzata, come si evince dal grafico di cui sopra, ma i Brand più in difficoltà sono quelli di Private Label

Entrando più in profondità nelle analisi dei consumi, come da grafico di cui sopra, si può notare come nelle proiezioni offerte dalla società internazionale Statista, il trend da qui al 2020 non preveda aumenti consistenti di consumi, ma ottimismo sui gusti più innovativi e diversi dai tradizionali.

In Germania, un mercato anch'esso in contrazione, come si evince dal grafico di cui sopra, il dato curioso è come la leadership del mercato sia appannaggio di una marchio di Private Label di una catena famosissima in terra tedesca, con una quota che supera il leader locale Hohes.

In Spagna, mercato in leggera contrazione, trova anche qui il dominio delle marche di Private Label. (vedi grafico sopra)

E' un mercato molto complesso

GRAFICI, IMMAGINI E ALTRI CONTENUTI SONO RISERVATI AGLI ABBONATI

 
Tagged with:

COMMENTA

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi contrassegnati sono obbligatori *

ARTICOLI CORRELATI

Torna su