GDO News
Per pubblicità chiama lo 02/006.444.15 o scrivi a clienti@gdonews.it

Dati di Mercato Settembre definitivi: peso variabile disastroso. Grocery tiene. Ma la sorpresa è un’altra

grafic_image

Ogni mese GDONews riserva ai suoi abbonati una profonda analisi relativa agli andamenti di fatturato della Grande Distribuzione. E’ una guida operativa per chi vuole studiare questo mercato oppure per chi vi opera (come manager della Distribuzione e dell’industria). L’analisi presenta i grafici (visibili solo dagli abbonati) dei dati ufficiali pubblicati da Nielsen relativi all’andamento del mercato nel mese di agosto 2016. In questa seconda parte analizzeremo l’andamento dei principali gruppi e delle aree geografiche. Completeremo l’analisi con uno sguardo sulle aree merceologiche, comparti e categorie. Le analisi sono a disposizione degli abbonati a GDONews. Se sei un fornitore della Grande Distribuzione scrivi subito a clienti@gdonews.it oppure telefona allo 02.006.444.15 e scopri come ottenere un forte sconto e leggere i dati di mercato e scopri come accedere ad una promozione su misura

Fatturati per gruppo

Come avevo anticipato, agosto lo si può definire un risultato di “rimbalzo”, certamente ottenuto grazie ad una buona stagione estiva; ne è riprova il fatto che nel mese di settembre il risultato positivo viene raggiunto solo da 4 gruppi e con risultati che variano dal +0,3% al +2,6%.
Nel cumulato progressivo, allo stesso modo, restano in positivo, con risultati dallo 0,7% al +1,8%, solo 4 gruppi, come il mese precedente. Analizzando la tabella, e volendo mostrare un po’ di ottimismo, si possono vedere almeno 10 gruppi che possono puntare a raggiungere la parità entro la fine dell’anno.

 

 

Andamento per area geografica a rete corrente
Dopo una fiammata in positivo ed una lenta discesa in tre mesi, l’Area 4 torna al negativo sul singolo mese con -0,3%. Tuttavia, in termini di progressivo, il negativo si assottiglia ulteriormente dal -2,2% al -2,0% anche se resta l’Area con il risultato più severo.
Di positivo c’è che dopo essere rimasta, il mese scorso, l’unica Area in territorio positivo, a settembre è quella con il risultato meno negativo. Tutte le altre, infatti, segnano risultati ancora più deludenti.
l’Area 2, dopo aver segnato -1,4% per due mesi, peggiora scendendo al -1,6% e perdendo quindi ulteriormente terreno sul progressivo ora al -0,3%. Il dato di progressivo è comunque quello più vicino alla parità, insieme a quello di Area 1, ma è il trend in atto che fa temere un ulteriore peggioramento.
L’Area 1, come già scritto, prosegue nel suo trend negativo “con garbo”, senza cioè eccessivi scossoni. Recupera, almeno in parte, il -1,2% di agosto e chiude settembre al -0,5%. Il progressivo resta stabile al -0,3%. Per quanto si sta vedendo, il Nord Ovest resta comunque l’unica Area a poter recuperare bene sul progressivo entro la fine dell’anno.
L’Area 3 scende bruscamente dal -0,4% di agosto al -1,5% di settembre anche se il progressivo, per questione di decimi, passa dal -1,5% al -1,4%.

 

 

Il grafico dei trend mostra tutte le aree in negativo con Area 1 che recupera sul mese di agosto.

 

Incidenza e trend per area merceologica a rete corrente
Settembre segna un ulteriore rallentamento del Totale Negozio a -1% che peggiora il -0,8% di agosto e luglio. Il responsabile è da ricercare nella performance del

GRAFICI, IMMAGINI E ALTRI CONTENUTI SONO RISERVATI AGLI ABBONATI

 
Tagged with:
Dati dell'autore:
Ha scritto 47 articoli
Federico Cimini

Da 20 anni nel mondo della Distribuzione, prima come manager con il leader mondiale del Cash&Carry poi come Direttore Marketing nei canali Supermercati, Iperstore e Ipermercati. E’ esperto in category management ed attualmente è Consulente direzionale, in particolare segue la progettazione e realizzazione di piani marketing e vendite, soprattutto start up, turnaround aziendali e lanci di nuovi prodotti e servizi. Inoltre è formatore nell’area Store Management e Comunicazione per primarie società della GD italiana. Chi volesse comunicare con lui può scrivere a cimini@gdonews.it

ARTICOLI CORRELATI

Torna su