GDO News
Per pubblicità chiama lo 02/006.444.15 o scrivi a clienti@gdonews.it
Nessun commento

Le uova biologiche trainano la ripresa delle vendite

uova-300x336

Il mercato delle uova riparte all’insegna del biologico. Dopo la battuta d’arresto dello scorso anno, infatti, le vendite sono tornate a crescere nel 2016 sostenute dalle uova di galline allevate a terra e di galline allevate all’aperto. Gli allevamenti in batteria avevano registrato un’impennata delle vendite nel pieno della crisi – assieme a prodotti quali il burro, la farina e il latte, base di molte preparazioni casalinghe – salvo poi portere il mercato a chiudere il 2015 con ricavi per 624 milioni: con un calo del valore (-1,7%), ma anche del venduto (-1,1%).

Nel primo trimestre dell’anno, quindi, è tornato il segno positivo, +5,2% a volume e +3,7% a valore, in tutte le regioni italiane. Una ripresa a cui – spiegano gli esperti – non è certamente estraneo il calo dei prezzi alla produzione e, di conseguenza, quello che il consumatore trova sullo scaffale. Crescono, infatti, le vendite nei discount (+14,9%) e nei negozi tradizionali (+29,9%). Crescono – come detto – le vendite di prodotti biologici che rappresentano ormai il 43% dell’intero mercato. La situazione, però, non è omogenea: se la vendite crescono nei negozi specializzati, la moderna distribuzione registra una leggera contrazione.

Insomma, si è in presenza di una domanda forte, da parte dei consumatori, di uova biologiche e di un prodotto che contempli il benessere dell’animale, libero di muoversi in spazi adeguati e di nutrirsi senza forzature, con un’attenzione particolare anche alla sicurezza di ciò che è destinato ad essere portato in tavola. Per dare risposta a nuovi trend di consumo, l’uovo è oggi disponibile sul mercato anche in brik (tuorlo e misto d’uovo, in varie grammature) o in forma di albume in bottiglia, sia per le ricette casalinghe sia per il consumo degli sportivi che seguono diete a forte contenuto proteico. E’ un mercato che sta crescendo (+20%) e che sviluppa, a marzo 2016, un giro d’affari di 8,6 milioni di euro.

[via Repubblica]

COMMENTA

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi contrassegnati sono obbligatori *

ARTICOLI CORRELATI

Torna su