GDO News
Nessun commento

VéGé continua la sua espansione. Entra il consorzio In.Prof. che abbandona Auchan

vege

Al gran ballo delle alleanze, il Consorzio In.Prof. lascia la centrale di Auchan e aderisce, dal prossimo gennaio, a VéGé.
In.Prof. opera nel settore dell’home e personal care, aggrega 60 aziende con 320 punti vendita e 600 milioni di fatturato. VéGé rafforza dunque un comparto dove la grande distribuzione è in difficoltà con l’incalzare dei drugstore. E un’altra tessera nel mosaico composto pazientemente dall’ad Giorgio Santambrogio e dal presidente Nicola Mastromartino.
Quando nella primavera del 2014 Santambrogio seppellì il nome Interdis per puntare sul nostalgico VéGé, annunciò anche che nel triennio avrebbe raddoppiato i 1.500 punti vendita e le vendite. Non mancarono i sorrisi.

Campagna senza sosta
Ma da allora è partita una campagna acquisti serrata che ha permesso di eliminare anche diversi buchi nella rete commerciale: ora l’area di maggiore debolezza è sostanzialmente limitata al Centro Italia. Nella composita scuderia di Santambrogio sono entrati, per esempio, Supermercati Tosano Cerea, Bava, Asta, F.lli Arena, Multicedi, Dolcitalia-Svive e Convì-Geda. Ciascuna mantiene la sua insegna (almeno 22) ma fa parte, con le sue regole, della famiglia VéGé.
In occasione della presentazione della nuova sede milanese di via Lomellina, Santambrogio ha annunciato (dati Nielsen alla mano) che VéGé ha conquistato la leadership in Campania e Sicilia, scalzando l’agguerritissima Conad. In Sardegna è in seconda posizione, ma Giovanni Muscas soffia sul collo del leader. VéGé ha una quota di mercato del 3,7%, dall’1,4% del 2013. Nel fresco dichiara una quota del 3,9%. Per quest’anno il gruppo stima vendite per 5,7 miliardi.

A marchio solo premium
Il top manger ribadisce di non credere nella marca privata di primo prezzo, ma solo nel prodotto “premium”. Per esempio il brand “Tipicamente italiano” indica alta qualità ma anche tipicità. Nella linea Bio il brand sarà VéGé Bio.

E ora? “Ho un altro anno di tempo – annuncia Santambrogio – per salire da 2.474 punti vendita a 3mila”.

[Via IlSole24Ore]

COMMENTA

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi contrassegnati sono obbligatori *

ARTICOLI CORRELATI

Torna su