GDO News
Nessun commento

Click & Collect – fate uno sforzo e memorizzate questa espressione

Click-Collect-Infographic4

Click & Collect. Un’altra delle tante espressioni tipiche da innovazione e rincorsa tecnologica ad ogni costo? Non sembra. Comprare on-line per le proprie necessità – alimentari e non – e ritirare più tardi con comodo quanto acquistato in un centro dedicato, co-locato col punto vendita o meno, è una tendenza che si sta propagando a gran velocità.  Meglio dunque familiarizzare con il Click & Collect, più probabile diventi un’abitudine piuttosto che un vezzo passeggero.

tesco_click-and-collect-2

Il mondo del Retail si sta evolvendo rapidamente muovendosi con il resto della società, e come essa reagisce sistematicamente all’introduzione delle nuove tecnologie partorendo nuovi modelli di comportamento. Non dimentichiamo che il Retail – la vendita di prodotti con lo stabilirsi della relazione venditore-acquirente – è un’attività fra le più antiche della specie umana e che con l’uomo ha attraversato i millenni, le culture, i continenti.

kwallet

Lecito perciò assumere che il Retail ci sarà ancora fra 10 o 15 anni, e lecito anche lasciare ai futurologi il compito di suggerire gli scenari plausibili per il Retail nel 2020, 2030 e oltre. Senza pretesa di infallibilità, qualche ipotesi e riflessione è comunque possibile: i trend tecnologici-sociali innescati dalla diffusione del Mobile Internet, e più di recente dall’Internet of Things, sono ben visibili e misurati. E ben visibile è anche la risposta positiva delle persone alle possibilità offerte dagli acquisti on-line: via Personal Computer o via smartphone o tablet poco importa, accettazione e uso sono in crescita innegabile. Mettendo questo assieme alle modifiche dei comportamenti provocati in ogni settore delle nuove tecnologie, ecco che diventa facile capire il successo dei modelli ibridi di comportamento negli acquisti: ricercare informazioni su Internet e provare nel punto vendita reale (show-rooming), con acquisto immediato o differito nel negozio fisico oppure on-line, è un approccio che con le dovute varianti si sta estendendo anche al settore Food – quello tradizionalmente meno sensibile all’innovazione e dove il punto vendita rappresenta ancora il canale di acquisto prevalente. In questo senso, il Click & Collect non è una rivoluzione, ma piuttosto un adattamento morbido di comportamenti dei consumatori già tutti conosciuti. La comodità di scegliere e pagare on-line e la possibilità di ritirare a qualsiasi orario in punti prestabiliti quanto acquistato, questi sono vantaggi innegabili per il consumatore. E lo saranno ancora a lungo visto che gli scenari futuribili elaborati dagli specialisti divergono in molti aspetti tranne che in uno: quello della limitata disponibilità di tempo libero, da tutti indicata come fattore costante e importante in tutti i vari modelli ipotizzati di società futura.

click_collect_europe

All’altro capo del filo del Click & Collect ci sono i retailer. E non è un indubbio vantaggio per essi, ad esempio, poter allargare con investimenti modulabili il proprio orario di vendita? O approntare rapidamente un’estensione del proprio punto vendita, magari in aree di difficile presidio? C’è del valore concreto in questa proposizione – per consumatori e retailer in modo simmetrico. Tanto basta per pronosticare la rapida diffusione del Click & Collect in tempi stretti anche in Italia. E sta già accadendo, in scia a paesi come Stati Uniti e Regno Unito, quelli che normalmente fanno da apripista nell’inserzione di nuove tecnologie nel settore, ma anche nella vicinissima e similissima Francia.

Lato retailer attrezzarsi per supportare la proposizione Click & Collect, ed esser pronti a soddisfare quella che si avvia a diventare un’aspettativa dei clienti, significa innanzitutto offrire la possibilità di fare on-line shopping. Quindi una collaudata infrastruttura di e-commerce è il prerequisito per il servizio. Non trascurabile poi l’impatto sui processi del retailer: gestione magazzino, logistica, gestione ordini e vendita sono, con varie gradazioni, tutti impattati. Con ovvi riflessi sui software a supporto di queste funzioni di business. La portata di questo impatto su processi e tecnologie è funzione anche del tipo di servizio di ritiro della merce che si intende offrire, per il quale esistono varie opzioni: direttamente in negozio; tramite appositi Locker in aree presidiate all’interno del negozio; tramite Locker fuori dal negozio in aree non presidiate; tramite personale che addirittura potrebbe consegnare al cliente quanto ordinato direttamente nel parcheggio del punto vendita; ecc. Ognuna di queste varianti necessita di opportune modifiche ed adeguamenti sia organizzativi che tecnologici.

 

Anche in area Click & Collect, Konvergence ha l’esperienza e le competenze per aiutare ad elaborare la proposizione che meglio consenta al retailer di raggiungere i suoi obiettivi strategici e di business per il nuovo servizio. Questo potrebbe significare adottare un approccio per fasi, graduale nel tempo, per rendere via via più ricco il paniere di opzioni e possibilità per i propri clienti: dal semplice ritiro in negozio di quanto ordinato sul web a uno scenario in cui i clienti avranno la possibilità di ordinare sul web e via mobile app, di ritirare quanto acquistato a qualsiasi orario, fuori o dentro il negozio – e di farlo fruendo di tutti i servizi disponibili alla clientela fidelizzata quali coupon, voucher, promozioni mirate, saldo punti in tempo reale, lista della spesa, ecc.

Se siamo tutti d’accordo perciò sul Click, discutiamo allora del Collect.

 

Chi è Konvergence:

è un’azienda che opera nell’Information Tecnology per il Retail con competenze ed esperienze mirate alle applicazioni in-store. Con 5 sedi in Italia, 80 persone impiegate e 11 milioni di fatturato, Konvergence è partner tecnologico dei principali retailer nazionali.

Per contattarla:

konv

 

Dati dell'autore:
Ha scritto 4 articoli
Paolo Viglianisi

Direttore Vendite Gruppo Konvergence Srl

COMMENTA

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi contrassegnati sono obbligatori *

ARTICOLI CORRELATI

Torna su