GDO News
Nessun commento

Coop compra il latte all’estero con buona pace del KM 0?

latte

Nonostante la richiesta di latte in Italia sia di molto superiore alla produzione nazionale, ci sono 32.000 i posti di lavoro persi dall’inizio della crisi.

E ogni giorno chiudono 4 stalle. La causa va cercata oltre il confine italiano: Coldiretti, infatti, denuncia l’invasione di prodotti esteri e molte stalle sono costrette a chiudere.

Di fronte a questo scenario sconfortante, è partita una gara di solidarietà in cui i campioni della tavola tricolore si sono offerti di aiutare gli allevatori del nord Italia rimasti senza clienti a cui vendere l’alimento bianco. La grande distribuzione ha annunciato una campagna per sensibilizzare i consumatori all’acquisto del prodotto nazionale. Ieri a Milano sono stati distribuiti i primi 1000 cartoni del “latte della solidarietà”. Nella battaglia in difesa dell’italianità del prodotto, si sono schierati anche Coop Italia e il Ministero dell’agricoltura che hanno siglato un’intesa a sostegno del settore, in grave difficoltà dopo la fine del regime europeo delle quote. Via quindi al nuovo logo “100% italiano”.

Dietro quel logo, però, si nasconde un inghippo: l’origine del prodotto, infatti, non sempre è italiana. Ad una rapida scansione del codice a barre, l’amara scoperta: Il latte intero Uht a marchio Coop può avere la seguente provenienza: Italia, Austria, Germania, Francia e Slovenia. Il confezionamento può avvenire in Italia o in Austria. Gli scaffali dei supermercati sono pieni di latte non italiano, anche quando viene spacciato per italiano.

[Via IlGiornale]

COMMENTA

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi contrassegnati sono obbligatori *

ARTICOLI CORRELATI

Torna su